Sebbene la scadenza sia arrivata ormai da più di venti giorni, non cessano i messaggi promozionali da parti di Rai per far sì che tutti i contribuenti si mettano in regola con il pagamento del canone della televisione pubblica per l'anno 2014.

In effetti chi non ha ancora effettuato il saldo, avrà la possibilità di fare il versamento con una sovrattassa veramente irrisoria: dopo aver elencato le conseguenze del pagamento del canone con ritardo oltre i sei mesi, andiamo a vedere quali sono le modalità e le sanzioni per tutti i possessori di televisore che pagheranno entro il 28 febbraio 2014.

Canone Rai 2014: pagare in ritardo si può, vediamo come

Come anticipato sono dunque molto basse le sanzioni per il pagamento ritardato del Canone Rai 2014: in particolare chi riuscirà a saldare i 113,50 euro della tassa sul possesso e l'utilizzo della televisione entro il mese di febbraio dovrà versare una maggiorazione pari ad un dodicesimo del totale dovuto per ogni semestre.

Il calcolo è presto fatto: la multa sarà quindi di 4,47 euro.

Canone Rai 2014: come fare per pagare entro il 28 febbraio

Chi deve mettersi in regola può effettuare il pagamento tramite bollettino di c/c 107 intestato all'Agenzia delle Entrate, dipartimento ufficio Terr.to 1 Sat relativo al recupero dei canoni abbonamento televisione. Una volta scaduto anche questo termine le sanzioni andranno a crescere e per chi effettuerà il versamento dopo più di sei mesi dovrà aggiungere alla multa i cosiddetti interessi di mora, calcolati con la percentuale dell'1% per ogni semestre.