A partire dall'1 maggio 2014 ci saranno delle novità molto interessanti per coloro che pagheranno in ritardo le cartelle esattoriali di Equitalia. Pagarle in ritardo non sarà più così moroso, dato che gli interessi saranno ridotti rispetto al passato. La Festa dei Lavoratori di quest'anno regalerà un sorriso a molti contribuenti che hanno a che fare con l'agenzia di riscossione.

Soltanto un anno fa, proprio nel mese di maggio, ci fu un incremento della percentuale di interessi di mora, che fu portata al 5,22%, mentre stavolta la percentuale scenderà, seppur di poco. Grazie al provvedimento emanato dall'agenzia delle entrate, infatti, la percentuale di interessi di mora per coloro che pagheranno in ritardo le cartelle di Equitalia scende al 5,14%.

Non è chissà cosa, ma si tratta di un segnale positivo che segna un'apertura nel rapporto fra il Fisco ed i contribuenti.

Nel triennio dal 2009 al 2012 gli interessi di mora furono tagliati complessivamente del 2,28% ed ora sono stati nuovamente ridotti, nonostante l'inversione di tendenza del 2013 quando ci fu proprio un leggero incremento. In materia di cartelle esattoriali, dunque, arriva un altro provvedimento da parte dell'Agenzia delle Entrate molto positivo per i contribuenti.

Infatti, nei giorni scorsi erano state annunciate delle novità riguardanti la sanatoria e la rateizzazione dei pagamenti. Con la riduzione di uno 0,08% degli interessi si fa un altro piccolo passo avanti nei confronti di quegli italiani che devono sanare i propri debiti con il Fisco.