Con il Provvedimento dell'#agenzia delle entrate del 15.01.2014 è stato approvato il #modello 730/2014 da utilizzare da parte di coloro che nell'anno 2013 hanno percepito reddito.Vediamo insieme quali sono le maggiori novità di quest'anno per la presentazione del Modello 730 dell'anno 2014. La prima, e forse la più importante, riguarda la novità del sostituto d'imposta, infatti possono presentare il Modello 730 anche i contribuenti privi di un sostituto. Tale possibilità è finalizzata ad agevolare i rimborsi fiscali a favore dei soggetti che purtroppo hanno cessato il rapporto di lavoro e non hanno trovato nuovo impiego.

Modello 730 dell'anno 2014: anche per chi ha perso il lavoro

La possibilità di presentare il Modello 730 nel 2014 per i redditi dell'anno 2013 è data solo a coloro che hanno percepito:

  • Redditi da lavoro dipendente;
  • Redditi da pensione;
  • Redditi di cui all'art. 50, co. 1, D.P.R. 22.12.1986, n. 917;

Modello 730 anno 2014 per i redditi del 2013: le agevolazioni fiscali

Altra novità del Modello 730 dell'anno 2014 riguarda le agevolazioni fiscali per ogni figlio a carico che passano da 800 a 950 euro. Se i figli hanno meno di 3 anni, invece, le detrazioni passano da 900 euro a 1220 euro. Mentre per quanto riguarda le persone che hanno a carico figli disabili la deducibilità passa da 220 a 400 euro. Inoltre da quest'anno è possibile utilizzare il credito che risulta dal Modello 730 2014, attraverso la compensazione nel modello F24, per pagare oltre che l'IMU dovuta per l'anno 2014, anche le altre imposte che possono essere versate con il modello F24. Ricordiamo che i documenti necessari per la presentazione del modello 730/2014, sono il CUD rilasciato dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico e le altre certificazioni di ritenute, le certificazioni fiscali delle spese sostenute nel 2013 che possano essere deducibili o detraibili e i documenti che attestino il saldo degli acconti d'imposta operato dal contribuente in via autonoma.