La prima scadenza prevista per lo Spesometro 2014 (relativo alle spese de 2013) è ormai alle porte.

Il 10 aprile i contribuenti mensili IVA dovranno spedire il modulo indicante le loro spese. Per i contribuenti trimestrali, la data è fissata nel 22 aprile. Ricordiamo che devono aderire allo Spesometro le imprese, i commercianti e i professionisti. 

Spesometro 2014: non è un modulo veloce

Tutti i professionisti, tramite l'Unione Nazionale Commercialisti ed Esperti Contabili, hanno richiesto all'agenzia delle entrate una proroga dello Spesometro, dato che nel mese di aprile gli adempimenti fiscali sono davvero tanti.

Basti pensare alla chiusura dei bilanci...

Perché non postdatare la scadenza dello strumento che dovrebbe aiutare ad arginare il fenomeno dell'evasione fiscale?

Nello spesometro vanno incluse tutte le operazioni rilevanti ai fini IVA. Non si tratta di una compilazione veloce, soprattutto quando di parla di grandi aziende. 
I tempi sono troppo stretti, secondo i contabili, per cui la proroga diventa quasi necessaria per non risultare inadempienti e per evitare errori dovuti alla fretta.

Ma di quanto dovrebbe essere la proroga? La richiesta avanzata è di sei mesi, il che porterebbe la scadenza al mese di ottobre 2014.

Proroga dello Spesometro: cosa ne pensa l'Agenzia delle Entrate?

L'Agenzie delle Entrate non ha ancora dato nessuna risposta.

Potrebbe essere considerata una risposta implicita negativa, ma fino all'ultima giorno i commercialisti sperano di avere più tempo per controllare e verificare la presentazione dei moduli, grazie ad una proroga dello Spesometro 2014.

I migliori video del giorno