Sarà prorogata la scadenza dei termini di presentazione dei modelli 730 e Unico: per il cartaceo del 730, si parla del mese di luglio, mentre niente sembra essere deciso per la presentazione del modello Unico.

L'ingorgo fiscale che ha visto accavallarsi tra loro diverse scadenze fiscali, ha di fatto paralizzato l'attività dei Centri di Assistenza Fiscale e dei professionisti. Inoltre, a complicare la vita di commercialisti e contribuenti ci si è messa anche la TASI; la nuova imposta, nelle rosee previsioni dell'#agenzia delle entrate, avrebbe dovuto essere saldata entro il 16 di giugno, ma è chiaro che tale data dovrà essere rivista.

Associazioni e professionisti hanno chiesto inoltre di posticipare i termini per i saldi dell'IVA e per gli studi di settore. C'è un problema anche di software: il ritardo nel rilascio dell'ultima versione ha di fatto reso impossibile la compilazione e l'invio di alcune dichiarazioni (come ad esempio il modello RED). E ci sono ancora 400.000 i cittadini alle prese con la prima rata della TASI.

Cosa dice il Ministero

Enrico Zanetti, sottosegretario al Ministero dell'Economia ha definito molto concreta la possibilità di rinvio e ha lasciato intendere che al ministero si stia già lavorando sulle nuove date.

L'Agenzia delle Entrate, dal canto suo, ha rilasciato un comunicato stampa ufficiale nel quale si rende noto come le scadenze previste per le dichiarazioni dei redditi potrebbero subire delle proroghe, ma al momento non fornisce ulteriori indicazioni sui termini di consegna.

I migliori video del giorno

Per contribuenti e imprese, quindi, l'attesa continua, e la resa ai centri di assistenza fiscale e negli studi di commercialisti continua. Orecchie tese, comunque: nei prossimi giorni potrebbero arrivare importanti novità. #modello 730