In questi giorni, numerosi cittadini italiani stanno ricevendo delle email relative ai rimborsi fiscali. Si tratta dell'ultima opera messa in atto dai truffatori informatici che si dedicano alla pratica del phishing: le email arrivate sulla posta elettronica dei malcapitati, dove è presente anche il logo dell'#agenzia delle entrate, contengono false notifiche di rimborsi fiscali, e nella stessa, si invita gli utenti ignari a cliccare sul link "Chiedere il rimborso". Il collegamento contenuto nella mail però, in realtà porta a una finta pagina web del sito dell'Agenzia delle Entrate, dove viene chiesto di inserire alcuni dati personali sensibili, tra cui anche quelli della propria carta di credito.

Quindi bisogna fare molta attenzione a non cadere nella trappola dei cybercriminali.

Il comunicato dell'Agenzia delle Entrate

L'ufficio stampa dell'ente pubblico, tramite un comunicato presente sul sito ufficiale, desidera informare tutti i cittadini italiani che l'Agenzia delle Entrate è totalmente estranea all'invio di questi messaggi e raccomanda di non dare seguito al contenuto delle email che provengono dall'indirizzo agenziaentrateit (chiocciola) secureserver.net. Il comunicato ricorda inoltre che l'Agenzia delle Entrate, non invia notifiche via email relative ai rimborsi fiscali e non richiede mai i dati della carta di credito dei cittadini.

La modalità corretta per richiedere un rimborso fiscale

Ricordiamo a tutti i contribuenti che sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate, nella sezione "Home - Cosa devi fare - Richiedere - Rimborsi", si possono consultare le giuste modalità per ricevere un rimborso fiscale con l'accredito su conto corrente.

I migliori video del giorno

Consigliamo infine, a chiunque dovesse ricevere questo messaggio fasullo di posta elettronica, di eliminarlo immediatamente senza aprire il suo allegato, in quanto potenzialmente pericoloso.