Confermata la proroga per la presentazione del #modello Unico 2014. La nuova scadenza per effettuare i versamenti è fissata in data 7 luglio. Le ragioni dello slittamento sono da imputare alle numerose difficoltà degli addetti nel calcolo di diverse scadenze fiscali, calcolo delle aliquote, a cui si aggiungono le problematiche legate al sistema operativo. La proroga riguarda i soggetti agli studi di settore, coloro che erano tenuti al versamento delle imposte entro il 16 giugno e i soggetti che si avvalgono del regime dei minimi.

Modello Unico: nuova scadenza e chi riguarda

Il Modello Unico 2014 potrà essere presentato fino al 7 luglio. Una settimana in più per i contribuenti per effettuare i pagamenti senza alcuna maggiorazione corrispondendo una sanzione pari allo 0,40% del dovuto in caso di versamenti entro il 20 di agosto. La proroga dei versamenti è valida anche per le somme risultanti dallo stesso modulo, con scadenza precedente fissata in data 16 giugno.



La proroga fissata in data 7 luglio per la presentazione del Modello Unico 2014 riguarda i soggetti agli studi di settore, ovvero con ricavi fino a 5.164.569 euro, e i contribuenti che erano tenuti al versamento delle imposte entro la data del 16 giugno. Inclusi i soggetti che si avvalgono del "regime dei minimi". A tal proposito si ricorda che il modello unico 2014 può essere presentato in cartaceo e via telematica.

Modello Unico: tutti i versamenti con scadenza 7 luglio

La proroga del Modelllo Unico 2014 riguarda i versamenti delle addizionali Irpef, il saldo dell'Iva (contribuente con #Dichiarazione dei redditi in modalità unificata), imposta del regime delle nuove iniziative e contributi previdenziali. Sono inclusi, inoltre, nella proroga, i versamenti per la cedolare secca per gli affitti, tutti gli acconti per i redditi a tassazione separata (pari al 20%), tributi per gli immobili all'estero e il diritto Cciaa 2014. Per tutti questi versamenti, la scadenza di presentazione del Modello Unico passa dal 16 giugno al 7 luglio 2014.