Oggi 10 settembre a mezzanotte scadrà il termine ultimo entro il quale i Comuni italiani dovranno deliberare le aliquote e le detrazioni riferite alla #Tasi 2014. Dal momento che per effettuare il Calcolo della Tasi 2014 molti contribuenti, per paura di commettere errori, si rivolgeranno ai Caf e ai commercialisti abilitati, questi temono di essere presi d'assalto e di aver poco tempo a disposizione per aiutare i contribuenti ad essere puntuali nel pagamento. Infatti, i contribuenti avranno davvero poco tempo per regolarizzare la propria posizione, perché i Comuni che delibereranno entro la mezzanotte, avranno tempo fino al 18 settembre per pubblicare i regolamenti approvati sul Sito del Ministero delle Finanze, e chiameranno in cassa i contribuenti per il pagamento della prima rata già al 16 di ottobre.

Calcolo Tasi 2014: quali le prossime scadenze di pagamento e per chi?

Vediamo in dettaglio le altre scadenze previste per il pagamento della Tasi 2014:

  1. chi ha già provveduto a pagare il primo acconto Tasi, si tratta di quei contribuenti residenti nei comuni che hanno pubblicato le aliquote alla fine di maggio, sarà chiamato al saldo della Tasi 2014 il 16 dicembre prossimo.

  2. Chi possiede immobili in un comune che delibererà le aliquote entro stasera dovrà versare il 1 acconto Tasi il 16 ottobre 2014, mentre il saldo il 16 dicembre 2014.

  3. Chi risiede invece nei comuni ritardatari, ossia quelli che non hanno deliberato le aliquote a maggio e nemmeno le delibereranno entro stasera, dovrà pagare la Tasi 2014 in un'unica rata il 16 dicembre

Calcolo Tasi 2014: aliquote, F24, modalità pagamento

Se ci si basa sui dati delle settanta città capoluogo che hanno già deliberato, non emergono notizie rincuoranti circa le aliquote applicate, infatti, la Tasi su prima e seconda casa ha un'aliquota media del 2,46 per mille.

La media è chiaramente influenzata da tutti quei Comuni, e non sono pochi, che hanno applicato l'aliquota massima ossia il 3.3 per mille come Bologna, Firenze, Genova, Venezia, Torino, Catania, Bari e Napoli.

Indipendentemente dall'aliquota scelta dal Comune, come si effettua il calcolo? Il calcolo Tasi 2014 per chi sarà chiamato a pagare il 16 ottobre è il medesimo di chi ha pagato a giugno, ecco i passaggi:

1. Si parte dalla rendita catastale;

2. La si rivaluta del 5 %;

3. Si moltiplica per un coefficiente fisso pari a 160 per l'abitazione principale;

4. Il risultato va moltiplicato per l'aliquota del comune di riferimento;

5. Si scomputano le detrazioni, differenti da comune a comune.

Si possono anche utilizzare i calcolatori online come quello di amministrazionicomunali.it.

Per pagare la Tasi 2014 in tutti i Comuni é possibile compilare il modello F24 oppure utilizzare il bollettino postale.

I migliori video del giorno

Per effettuare il pagamento della Tasi 2014 con il modello F24 si dovranno indicare i codici tributo 3958 e 3959.