Ci saranno certamente i residenti dei comuni di Milano, Roma e Torino tra i numerosi cittadini italiani che, entro e non oltre il prossimo 16 ottobre 2014, dovranno saldare la prima rata della Tasi 2014, imposta comunale introdotta sui servizi indivisibili, ovvero tutte quelle prestazioni offerte dal proprio comune come la manutenzione stradale, la cura delle zone verdi, l’illuminazione e molto altro ancora. Il pagamento spetterà certamente a tutti i proprietari di qualsiasi immobile ma anche a coloro che hanno sottoscritto un contratto d’affitto superiore alla durata di sei mesi. Importante ricordare che il saldo del debito dovrà avvenire tassativamente o tramite bollettino postale (disponibile presso l’ufficio di competenza) o attraverso la compilazione dell’ormai famoso modello F24 da tutti coloro che non hanno ancora pagato alcuna rata Tasi.

Chi, grazie a precedenti delibere comunali, ha infatti già saldato la prima tranche dell’imposta, non dovrà far altro che attendere il prossimo 16 dicembre per il pagamento della restante quota.

Calcolo Tasi 2014, aliquote Roma, Milano, Torino e detrazioni comunali.

Per calcolare la prima rata Tasi 2014 sarà necessario partire da una rivalutazione del 5% della propria rendita catastale; il risultato ottenuto dovrà poi essere moltiplicato per un coefficiente standard (160 per abitazioni, 80 per uffici e banche, 55 per negozi e 65 per fabbricati strumentali). Passo successivo sarà l’aggiunta dell’aliquota comunale (a Milano 2.5 per mille su prima casa, 0.8 per mille su seconda ed altri terreni e 0 per terreni rurali; a Roma 2.5 per mille su prime case, 1% su restati fabbricati tranne che lo 0.8 per mille su terreni rurali; a Torino del 3.3 per mille su abitazioni e 1% su immobili non abitati o affittati).

I migliori video del giorno

Alla cifra così raggiunta bisognerà poi sottrarre le eventuali detrazioni comunali (30/100 euro a Roma, 25/115 euro a Milano e 110 euro a Torino per rendite entro i 700.00 euro + 30 euro per ogni figlio under 26). Importante ricordarsi infine di dividere il tutto per 2 per ottenere così l’importo della prima rata Tasi 2014.