I cittadini italiani sono sempre alle prese con le tasse da versare, tanto è vero che in un articolo antecedente abbiamo parlato della Tasi 2014 e abbiamo chiarito vari punti, ossia chi la versa, chi è esonerato, dove si paga, quando e quanto si deve versare, come poterla calcolare e inoltre abbiamo elencato le aliquote di vari Comuni d'Italia.



Qualche giorno fa abbiamo realizzato una guida su come integrare il Modello 730/2015 online per la Dichiarazione dei Redditi Precompilata, oggi invece rimanendo nel tema delle tasse andremo a scoprire che cosa annuncia la Corte di Cassazione riguardo la tassa Tari, ovvero chi dovrà pagarla, chi è esonerato, come effettuare il pagamento con il bollettino postale oppure con il Modello F24, vediamo nel dettaglio i parcolari.



Tari 2014: chi paga, chi è esonerato, come effettuare il pagamento con il bollettino postale o con il Modello F24



La Corte di Cassazione ha decretato mediante la delibera 19469 datata 15 settembre 2014 che ogni immobile soggetto a causare i rifiuti urbani dovrà essere tassato, perciò non saranno solamente le abitazioni e le attività commerciali a dover versare la Tari, ma anche le autorimesse, i seminterrati e i solai.



A dover versare la Tari saranno i proprietari degli immobili residenti oppure gli inquilini se il contratto d'affitto oltrepassa i sei mesi l'anno. Mentre ogni Comune potrà stabilire chi è esonerato dal pagamento della tassa Tari.



La maggior parte dei Comuni optano per spedire direttamente nelle abitazioni dei cittadini i bollettini postali Tari, qualora non giungessero l'unico modo per effettuare il pagamento è utilizzare il Modello F24, vediamo come.



  • Per effettuare il pagamento mediante il Modello F24 si dovrà per prima cosa connettersi con il sito online dell'Agenzia delle Entrate e usufruire del Codice Tributo 3944 chiamato TARI-Tassa sui Rifiuti.

  • Dopodiché inserire il Codice nella sezione IMU e vari Tributi Locali, in attinenza delle quote mostrate unicamente nella colonna Importi a Debito Versati.

  • Ora nello spazio Codice Ente/Codice Comune va mostrato il Codice Catastale del Comune dove si trovano gli immobili.

  • Mentre nello spazio Ravv segnare qualora il versamento è in relazione al ravvedimento.

  • Adesso nello spazio Numero Immobili esibire il numero degli immobili, attenzione poiché non dovranno superare le 3 cifre.

  • Nello spazio Rateazione/mese rif mostrare il numero della rata nella dimensione NNRR dove NN sta a significare il numero della quota in versamento e RR significa il numero totale delle rate.

  • Da tenere in cosiderazione che qualora si volesse eseguire il versamento in una sola volta, il sopraindicato campo viene ottimizzato con 0101.

  • Nello spazio Anno di Riferimento va mostrato l'anno d'imposta in relazione con il versamento.

  • In conclusione, qualora si sia segnato lo spazio Ravv mostrare l'anno nel quale la tassa dovrebbe essere stata pagata.



#Tasi

Per ulteriori informazioni rivolgersi sul sito online dell'Agenzia delle Entrate.