Ottobre 2014 è un mese significativo e direi oneroso visto l'aumento sulle bollette del gas del 5.4% e della luce del 1.7% a causa della crisi russo-ucraina. Oltre a ciò nel mese di ottobre 2014 i contribuenti dovranno prepararsi a far fronte a varie categorie di pagamenti riguardanti le scadenze fiscali come la Tasi, l'Irap, l'Iva, il Canone RAI e ancora molte altre tasse. Oggi parleremo della Tasi 2014 e cercheremo di chiarire vari punti su questa tassa che molte volte va a creare confusione tra i cittadini italiani.

In alcune città d'Italia la prima rata di anticipo della Tasi è stata versata lunedì 16 giugno, invece in tutti quei Comuni che hanno statuito entro e non oltre mercoledì 10 settembre l'aliquota, si dovrà provvedere al versamento della prima rata di anticipo Tasi entro giovedì 16 ottobre 2014, mentre si terminerà di pagarla in un'unica soluzione entro martedì 16 dicembre 2014. La Tasi è una tassa che si deve versare su ogni abitazione, inoltre dovrà essere pagata persino dagli affittuari, tanto è vero che all'inquilino toccherà disporre di una quota tra il 10% e il 30% mentre il rimanente spetterà al proprietario della casa.

Ricordiamo che dovranno effettuare il pagamento Tasi solamente chi risulta locatario da oltre sei mesi.

Mentre per l'inquilino scatta l'esonero dal versamento Tasi quando la somma da versare è inferiore ai 12 euro. Per capire quanto si dovrà versare per la tassa Tasi, l'affittuario dovrà controllare che cosa ha deliberato il proprio Comune di residenza e potrà reperire tutte le informazioni necessarie tramite il sito online del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell'Economia. Per conteggiare la Tasi si dovrà avere molta cautela, in quanto le aliquote sono formulate in per mille, riportiamo alcuni esempi per gli inquilini.

  • Comune di Milano: ha decretato che l'aliquota per gli inquilini sarà del 10%.

  • Comune di Roma: ha determinato che l'aliquota per gli affittuari sarà del 20%.

  • Comune di Firenze: ha deciso che l'aliquota per i locatari sarà del 10%.

  • Comune dell'Aquila: ha stabilito che l'aliquota per gli inquilini sarà del 30%.

  • Comune di Palermo: ha disposto che l'aliquota per gli affittuari sarà del 10%.

  • Comune di Perugia: ha convenuto che l'aliquota per i locatari sarà del 20%.

  • Comune di Lucca: ha istituito che l'aliquota per gli inquilini sarà dello 0%.

Il versamento della Tasi si dovrà effettuare mediante la posta con il bollettino oppure con il modello F24.