Con l'arrivo del nuovo anno torna una delle tasse più odiate dagli italiani rappresentata dal #Canone Rai 2015. Cercheremo, di seguito, di esaminare le novità rappresentate dal pagamento con lo smartphone ma anche quali sono le multe e le sanzioni possibili, le esenzioni, oltre, naturalmente, alla scadenza e agli importi in questione pagabili a rate.

Canone Rai 2015: pagamento, importi, scadenza e rate

La scadenza del pagamento previsto per il Canone Rai 2015 è prevista per il giorno 2 di febbraio 2015 che sarà l'ultimo giorno in cui si potrà ottemperare al pagamento di euro 113,50, cifra pari a quella dello scorso anno, senza incappare in eventuali multe.

Per chi dovesse decidere per il pagamento a rate è importante sapere che entro il 2 Febbraio 2015 si devono pagare 57,92 euro per poi usufruire della rateizzazione trimestrale con scadenze che prevedono come limiti la fine di aprile, la fine di luglio e quella di ottobre 2015.

Canone Rai 2015: pagamento con lo Smartphone

La Rai ha aderito a CBILL che è un servizio offerto dal consorzio CBI-ABI, grazie al quale si possono effettuare i pagamenti attraverso varie opportunità multicanale che comprendono quindi la possibilità di utilizzare smartphone e tablet. Da quest'anno, quindi, il pagamento del Canone Rai 2015 potrà essere effettuato in maniera rapida e permetterà un risparmio in termini di tempo e costi per coloro che sono titolari di un conto corrente online.

Canone Rai 2015: pagamento, esenzione, multe e sanzioni

Per quanto riguarda il pagamento del Canone Rai 2015 vale la pena ricordare che esistono categorie di soggetti esentati dal pagamento del canone.

I migliori video del giorno

Per avere l'esenzione dal pagamento è necessario che ricorrano determinati requisiti che riguardano innanzitutto l'età, infatti, possono beneficiarne coloro che al momento del pagamento, abbiano compiuto i 75 anni di età. Inoltre la legge prevede quanto segue:

  • il soggetto non conviva "con altri soggetti diversi dal coniuge titolari di reddito proprio" e disponga di un reddito familiare "non superiore a 516,46 euro per tredici mensilità"( 6.713,98 euro l'anno)
  • vengano esclusi dal calcolo i redditi esenti da Irpef, il reddito dell'abitazione principale, ma anche il TFR e redditi trattati con tassazione separata

Per ottenere l'esenzione è necessario compilare un modulo disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate, ovvero, rivolgendosi presso gli uffici della stessa Agenzia o negli uffici regionali della Rai.

Le multe per chi evade il pagamento del Canone Rai possono arrivare a sanzioni amministrative fino a 620 euro, mentre per i ritardati pagamenti che non superano i 30 giorni si deve corrispondere un aggravio di 4,47 euro. Se il ritardo eccede il mese si arriva fino a 8,94 euro e se si raggiungono i 6 mesi di ritardo vengono aggiunti interessi di mora pari all'1% per ogni semestre.