L'agenzia delle entrate, con la circolare n. 17/E/2015, ha fornito chiarimenti a numerosi quesiti formulati dal CAF (Coordinamento Nazionale dei Centri di Assistenza Fiscale) per quel che riguarda le detrazioni fiscali nella dichiarazione dei redditi.

I quesiti formulati dal CAF

In tema di spese detraibili, il CAF ha formulato i seguenti quesiti:

  1. Le spese per le prestazioni effettuate da un massofisioterapista libero professionista, con formazione triennale, sono detraibili?
  2. Le spese per le prestazioni del medico odontoiatra sono sempre detraibili?
  3. Le spese per la crioconservazione degli ovociti possono rientrare tra le spese sanitarie detraibili?
  4. Le spese per il trasporto di disabili che necessitano di cure mediche periodiche versati alle ONLUS mediante contributi volontari sono detraibili?
  5. Le spese di istruzione e per i canoni di locazione per gli studenti degli Istituti Tecnici Industriali (I.T.S.) sono detraibili?

Le risposte dell'Agenzia dell'Entrate

L'Agenzia delle Entrate ha fornito le seguenti risposte ai quesiti del CAF:

  1. Il diploma di massofisioterapista è equipollente a quello universitario; pertanto, i possessori del titolo sono da considerarsi operatori sanitari. Ai sensi dell'art. 15, comma 1 lettera c), del TUIR vigente, le spese per le prestazioni rese dal massofisioterapista sono detraibili anche senza una specifica prescrizione medica
  2. Ai sensi dell'art. 15 sopra citato, le spese per le prestazioni del dentista sono detraibili unicamente nell'ipotesi in cui di tratti di assistenza medica specifica, ovvero di cure necessarie per la salute ( escluse le spese per prestazioni puramente estetiche o, comunque, di carattere non sanitario). In proposito, l'Agenzia delle Entrate raccomanda di munirsi di fattura nella quale possa evincersi dalla causale, in maniera inequivocabile, la natura strettamente sanitaria della prestazione effettuata dal medico odontoiatra
  3. In merito alle spese per la crioconservazione degli ovociti, il Ministero della Salute - interpellato per chiarimenti - ha precisato che "la prestazione di crioconservazione degli ovociti effettuata nell'ambito di un percorso di procreazione medicalmente assistita ha finalità sia di cura che di prevenzione per la tutela della salute della donna". Di conseguenza le spese per tale prestazione rientrano tra quelle detraibili previste dall'art. 15 del TUIR attualmente vigente, a condizione che dalla fattura emessa risulti chiaramente la descrizione della prestazione effettuata
  4. Riguardo la detrazione delle spese per il trasporto dei disabili che necessitano di cure mediche periodiche (avuto riguardo ai contributi volontari erogati alle ONLUS), l'Agenzia delle Entrate ritiene necessario valutare caso per caso sulla base della documentazione attestante le somme versate. Precisa, altresì, che la detrazione integrale delle spese a tale titolo quale spesa sanitaria è subordinata al versamento delle somme mediante bonifico bancario o postale e al rilascio di attestazione e fattura da parte della ONLUS
  5. Infine, in merito alle spese per istruzione ecanoni di locazione effettuate dagli studenti degli Istituti Tecnici Industriali, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile la detrazione delle prime, al pari delle spese di istruzione per gli studenti degli Istituti scolastici statali. Non è possibile, invece, la detrazione per le spese per i canoni di locazione, essendo prevista soltanto per gli iscritti ai corsi di laurea universitari.

Per news e aggiornamenti sul tema, cliccate "segui" in alto.