È giunta, dopo essere stata lungamente attesa, una circolare #Inps (la n. 94 del 2015) che chiarisce le procedure per il calcolo, la durata e come fare richiesta per quanto riguarda la nuova disoccupazione Naspi 2015. La circolare rende esecutive le disposizioni contenute del dlgs n. 22 del 2015 (uno dei decreti attuativi del Jobs Act) che ha istituito la Naspi in sostituzione delle vecchie assicurazioni per la #Disoccupazione Aspi e MiniAspi. Le polemiche sono state molte, sia sull'impianto generale della nuova concezione dei sussidi di disoccupazione, sia per quanto riguarda le penalizzazioni per i lavoratori stagionali. Ecco, comunque, quali sono le disposizioni operative contenute nella circolare Inps.

Destinatari e requisiti della nuova disoccupazione Inps Naspi 2015

I destinatari della disoccupazione Naspi 2015 sono tutti i lavoratori del settore privato che hanno perso il lavoro a partire dal 1 maggio, comprese le categorie degli apprendisti, dei soci delle cooperative (che abbiano un rapporto di lavoro subordinato) e il personale artistico. Sono esclusi, invece, i lavoratori parasubordinati (per i quali è stato attivato il Dis-coll), i lavoratori agricoli (sia a tempo determinato che a tempo indeterminato), i dipendenti pubblici. I requisiti per l'ottenimento della Naspi 2015 sono i seguenti: la cessazione del rapporto di lavoro deve essere stata involontaria (rientrano anche i licenziamenti disciplinari); una contribuzione di 13 settimane nell'arco degli ultimi 4 anni (compresi Aspi e contributi figurativi per maternità obbligatoria e congedo parentale); 30 giorni di lavoro nell'arco degli ultimi 12 mesi che hanno preceduto la disoccupazione.

I migliori video del giorno



Il calcolo e la durata della Naspi 2015, la nuova disoccupazione Inps

Il calcolo della disoccupazione Naspi 2015 è piuttosto complesso e prevede che la retribuzione imponibile degli ultimi 4 anni sia divisa per il numero di settimane lavorate e moltiplicato per il coefficiente di 4,33. Qualunque sia il risultato del calcolo, l'assegno non può essere superiore ai 1300 euro. Importante ricordare che l'imponibile del sussidio di disoccupazione diminuisce del 3% ogni mese partendo dal quarto. La durata, invece, della Naspi 2015 si calcola a partire dalla metà delle settimane lavorate negli ultimi 4 anni: il massimo, dunque, è di 2 anni. La penalizzazione per gli stagionali consiste nel fatto che una persona che ha un contratto soltanto per sei mesi, riceverà la Naspi soltanto per tre mesi, restando senza alcun reddito per gli altri tra mesi.



Come presentare la domanda per la nuova disoccupazione Inps Naspi 2015

La domanda per la disoccupazione Naspi 2015 deve pervenire all'Inps entro 68 giorni dalla fine del rapporto di lavoro.

La domanda può essere presentata via web sul sito Inps (previa utilizzazione del PIN); via web ma avvalendosi di intermediari; via Contact Center ai numeri 06803164 da numero fisso o 06164164 da cellulare. La Naspi 2015 decorre a partire dall'ottavo giorno successivo alla perdita del lavoro, se presentata la domanda entro appunto otto giorni, altrimenti dal giorno successivo a quello della presentazione dell'istanza di richiesta. È tutto per quanto riguarda le informazioni dell'Inps sulla nuova disoccupazione Naspi 2015. Per ricevere aggiornamenti sulle questioni di politica economica, il suggerimento è cliccare su "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo.