Per il #modello 730/2015 si delinea una proroga dell'invio al 23 luglio 2015; secondo quanto anticipato dal quotidiano "Italia Oggi", il direttore dell'#agenzia delle entrate, Rossella Orlandi ha predisposto lo slittamento della scadenza originaria del 730/2015 prevista per il 07 luglio, a condizione che i Caf inviino per quella data almeno l'ottanta per cento delle dichiarazioni gestite presso le loro sedi.

Proroga 730 2015 anche per il modello precompilato?

Si attende nei prossimi giorni il "placet"definitivo da parte del ministero dell'Economia e delle finanze al quale è stata trasmessa la proposta della proroga; secondo quanto riportato dal quotidiano economico resta ancora da sciogliere il dubbio se la proroga riguarderà soltanto i modelli 730 2015 trasmessi dai Caf oppure potrà essere estesa ai contribuenti che presentano in proprio la loro dichiarazione precompilata on line sul sito dell'Agenzia delle entrate.

Al momento, su una platea di circa 20 milioni di contribuenti interessati alla presentazione del modello 730 2015, secondo le stime fornite all'inizio della campagna fiscale dall'amministrazione finanziaria, sono circa 12,5 milioni i modelli scaricati e di questi circa 11 milioni sono stati prelevati massivamente tramite i centri di assistenza fiscale mentre solo 1,5 milioni sono i 730 precompilati scaricati direttamente dai contribuenti che si sono dotati dell'apposito pin per l'accesso al sito on line dell'Agenzia delle entrate. L'operazione 730 precompilato ha quindi dimostrato tutti i suoi limiti, considerando che a fronte dell'esiguo numero di contribuenti che hanno provato a scaricare da soli la propria dichiarazione dei redditi, solo 600.00 sono effettivamente riusciti a inviare il modello.

I migliori video del giorno

Mancano quindi all'appello, a solo tre settimane dall'originaria scadenza del 07 luglio 2015, ancora circa 7,5 milioni di modelli 730 precompilati da prelevare dal sito dell'Agenzia delle entrate e considerando anche tutta una serie di errori che hanno caratterizzato l'intera gestione del modello "semplificato" per la dichiarazione dei redditi 2015, la proroga richiesta a gran voce dai Caf e dagli altri intermediari abilitati dovrà necessariamente essere confermata dal ministero dell'Economia e delle finanze. Nei prossimi giorni vi terremo informati degli sviluppi e delle decisioni "ufficiali" prese in merito.