Il premier Renzi è stato di parola! Il Canone Rai, a partire dal 2016, sarà pagato tramite la bolletta elettrica. Nonostante i disaccordi da parte delle Autorità competenti e la contrarietà della maggior parte dei cittadini italiani, l'imposta tanto odiata del canone Rai sarà inserita nella bolletta. Gli evasori, a questo punto, avranno poco da sorridere per la decisione presa dal presidente del consiglio, infatti, l'obiettivo è quello di far pagare la tassa 'più evasa', a tutti ma con un importo inferiore.

Evasione pari al 27 percento

L'ultima statistica effettuata riporta una percentuale di evasione pari al 27 percento, su scala nazionale, con picchi al Sud che raggiungono anche il 40 percento.

In questo modo, è stato quantificato il mancato introito per le casse dello Stato, uguale a 500 milioni di euro ogni anno. Il governo Renzi, da questo provvedimento, cercherà di recuperare gran parte di quel 27 percento, garantendosi un entrata di circa 450 milioni di euro. Il 95 percento dell'importo recuperato sarà 'girato' alla Rai, mentre il 5 percento verrà trattenuto dallo Stato. La bozza del provvedimento in questione, prevede delle multe molto alte per chi decidesse di non pagare. Vediamo, nel dettaglio, di cosa si tratta e cosa è verrà riportato sulla prossima Legge di Stabilità.

Imposta per il 2016 pari a 100 euro

Il canone Rai, nel 2016, scenderà dagli attuali 113,50 a 100 euro. Saranno tenuti al pagamento tutti i titolari di utenze domestiche che abbiano la residenza anagrafica presso la fornitura delle utenze stesse.

I migliori video del giorno

Si pagherà, così, solo per la prima casa (una sola volta), mentre le seconde case non saranno assoggettate ad alcun pagamento. Rimangono le esenzioni già esistenti per tutti gli anziani con un'età superiore ai 75 anni e per quelli che hanno un reddito molto basso. Quindi, come già specificato, il pagamento sarà inserito nella bolletta elettrica, sotto un'apposita voce che evidenzierá l'imposta.

La multa eventuale sarà di 500 euro

Entro 45 giorni, dovrebbe essere emanato un apposito decreto, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, nella quale saranno stabilite tutte le regole e le modalità per effettuare il pagamento dovuto. Alcune indiscrezioni evidenziano che l'importo dovrebbe essere suddiviso in rate, ogni due mesi. Probabilmente, il primo pagamento avverrà con la bolletta elettrica del mese di marzo. Chi non pagherà il canone Rai sarà soggetto ad una multa pari a cinque volte l'importo dovuto, cioè 500 euro. In caso di morosità, è escluso il distacco dell'energia elettrica.