Come ormai saprete, dopo anni di discussione politica, il Canone Rai è stato rivoluzionato. Il tributo non sarà più pagato tramite il tradizionale bollettino ricevuto a casa a gennaio, bensì tramite la bolletta della luce a partire dal prossimo mese di luglio, con un primo addebito pari a 70 euro. Il restante importo sarà erogato in altre 3 rate da 10 euro, per un totale appunto di 100 euro anziché i 113,50 vigenti fino allo scorso anno. Dal 2017 si pagherà invece in dieci rate da 10 euro cadauna, sempre tramite bolletta. Tale decisione è stata presa per sconfiggere l'alta evasione, che ormai si aggirava intorno al 30%. Con punte altissime in alcune importanti città.

In questi giorni però la Polizia di Stato e la stessa Rai stanno mettendo in guardia contro una truffa per opera dei soliti malintenzionati, che cercano di far leva sulle persone poco informate o facilmente abbindolabili. Ecco di cosa si tratta.

Occhio a finti addetti Rai o finte richieste online

Come meglio specificato anche sul sito ufficiale della Rai: “in nessun caso saranno richiesti dati per effettuare pagamenti on-line (quali ad esempio numero di carta di credito o coordinate bancarie)”. Pertanto, occhio alle cosiddette mail phishing, con i famigerati link. Occorre poi diffidare di eventuali incaricati che verranno a domicilio. Non esistono infatti addetti della Rai con il compito di riscuotere il pagamento del canone a domicilio o di prendere i dati bancari degli utenti che non li hanno comunicati.

I migliori video del giorno

Eventuali addetti, ove richiesti hanno espliciti tesserini personali di riconoscimento con la foto e l’indicazione della Sede regionale della Rai Radiotelevisione Italiana.

Come informarsi

Per ogni dubbio, la Rai mette a disposizione un numero verde gratuito: 800.93.83.62, al fine di fornire chiarimenti ai cittadini in merito al canone tv per uso privato. In questo modo, oltre alle modalità di pagamento, già da noi descritte nell'incipit, l'incaricato del customer care vi potrà fornire informazioni su eventuali posizioni di esenzione. Dunque, diffidate da ogni altra forma di pagamento. Il Canone Rai si pagherà tramite bolletta della luce, come del resto vi ricorda anche uno spot in circolazione in queste settimane. O vi ricordano gli stessi presentatori del servizio pubblico in ogni trasmissione.