L’agenzia delle entrate ha pubblicato la Circolare 18/E/2016 in cui attraverso alcune FAQ risponde ad alcuni dubbi e questioni in merito alle detrazioni Irpef della dichiarazione dei redditi posti dai Caf e da altri. In particolare si parla di detrazioni per la mensa scolastica, di spese sanitarie all'estero, della contabilizzazione del calore e del bonus Irpef.

Mensa scolastica e spese sanitarie, FAQ dell'Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate ha chiarito la possibilità di detrarre le spese della mensa scolastica e le spese sanitarie particolari all'estero dalla Dichiarazione dei redditi.

Mensa scolastica: rientra tra le spese di istruzione scolastica e pertanto può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi anche quando si tratta di un servizio comunale o fornito da soggetti diversi dalla scuola, a condizione che il bonifico o la ricevuta indichino nella casuale i dati dell’alunno, i dati della scuola e il servizio mensa.

In assenza di bonifico si può presentare un'attestazione che certifica l'ammontare della spesa e i dati richiesti.

Spese sanitarie: sono detraibili le spese sostenute all'estero per crioconservazione degli ovociti e degli embrioni, a condizione che la struttura e le finalità siano autorizzate in Italia.

Contabilizzazione del calore e bonus Irpef in dichiarazione dei redditi

E' possibile detrarre dalla dichiarazione dei redditi anche le spese sostenute nei condomini per installare i sistemi di contatori individuali nei condomini. Le spese pagate fino al 31/12/2016 possono essere detratte:

  • per il 50 percento per una spesa massima di 96.000 euro (installazione);

  • per il 65 percento per una spesa massima di 30.000 euro (riqualificazione energetica).

Che dire del bonus Irpef per cui il datore di lavoro non ha riconosciuto l’agevolazione prevista? Può essere indicato nella sezione “Casi particolari” della dichiarazione dei Redditi (quadro C per il 730 e quadro RC per l'UNICO PF).

I migliori video del giorno

Il codice 1 è valido per i lavoratori dipendenti e il codice 2 per docenti e ricercatori.

Chi volesse approfondire l'argomento, può reperire la circolare dell'Agenzia online.