E' ormai oltre un anno che si è creata una grande confusione su chi deve pagare il bollo auto possedendo un veicolo considerato storico, e quindi fino a prima della variazione della normativa, esente dalla tassa.

Dovranno pagarlo i veicoli sotto i 30 anni

Sviscerando la normativa che è stata modificata il 1° Gennaio del 2015, si evince che tutti i veicoli tra i 20 ed i 29 anni dovranno pagare il balzello, veicoli che sono stati esenti dal pagamento della tassa in quanto considerati storici, con la modifica della norma, verranno considerati storici a tutti gli effetti e perciò esenti dal bollo solamente i veicoli che hanno compiuto il trentesimo anno di età. Per considerare storico un veicolo, il possessore deve aver registrato la propria auto in apposito registro, e l'auto deve aver superato dei test, ad esempio viene considerato d'epoca il veicolo che non potrà più circolare liberamente per le strade in quanto supera le emissioni di CO2, oppure perchè considerate auto di interesse storico.

Al proprietario del veicolo viene rilasciato un certificato di rilevanza storica. Tutti questi veicoli, che fino al dicembre del 2014 non dovevano versare nessuna tassa, dal gennaio 2015, sono costretti a pagare il bollo auto se il veicolo non ha compiuto 30 anni.

Ricorso perso, toccherà pagare

Le associazioni di categoria, ACI e ASI in testa, hanno protestato molto a lungo, facendo anche ricorso, ma la Corte Costituzionale lo ha respinto in pieno ed ha anche ammonito le Regioni che non attuavano la norma, come ad esempio la Lombardia. Le associazioni restano sul piede di guerra con il Governo, in quanto la maggior parte di questi veicoli non transitando sulle strade non dovrebbero pagare nulla, ed invece con questa normativa sarà innalzato ancora il tetto di spese per chi possiede queste auto, in quanto al possessore di auto storica viene richiesto il pagamento dell' assicurazione, ed inoltre la manutenzione per questi veicoli è molto alta come costi rispetto ad un'auto nuova.

I migliori video del giorno

Per aggiornamenti sul bollo auto, cliccate Segui