Comprare un automobile nuova diventa sempre più complicato, in special modo negli ultimi anni di crisi economica del Paese. Fortunatamente nel nostro ordinamento giuridico ancora esistono delle norme che permettono a chi ne ha diritto di ottenere degli sgravi fiscali su iva e irpef nell'acquisto di un'autovettura.

Chi ha diritto allo sconto

Ovviamente non tutti hanno la possibilità di accedere agli sgravi fiscali, la categoria privilegiata sono i detentori della legge 104, i portatori di handicap con ridotta mobilità ed i loro familiari. In questo caso è possibile usufruire del 19% di detrazione Irpef sulla spesa per l'acquisto e dell'iva agevolata al 4% invece che al 22% , l'esenzione dal pagamento del bollo auto annuale e dell'imposta sul trasferimento di proprietà dell'auto.

L'Agenzia delle Entrate ha specificato in dettaglio quali sono le categorie abilitate agli sgravi fiscali e le ha elencate:

  • Persone non vedenti o sorde
  • Persone disabili con deficit mentali o psichici titolari di indennità di accompagnamento
  • Persone disabili con gravi deficit nella deambulazione o affetti da diverse amputazioni
  • Persone disabili con nulle o ridotte facoltà motorie

Questi sconti sono concessi in via esclusiva a queste categorie purché il mezzo acquistato sia utilizzato prevalentemente per il trasporto della persona affetta da una delle patologie di cui sopra. Come accennato poc'anzi se il portato di handicap è totalmente a carico di un familiare (ovvero se ha un reddito inferiore a 2.840,51 Euro), il familiare può usufruire delle stesse agevolazioni sulle spese sostenute nei riguardi del disabile.

Con la legge 104 [VIDEO], inoltre, si può acquistare non solo un autovettura ma anche un veicolo di differente natura, come un autocaravan, motoveicoli e motocarrozzette.

Gli sconti per i titolari della Legge 104

Per l'acquisto di un autoveicolo il disabile ha diritto alla detrazione Irpef. Per mezzi di trasporto si intendono autoveicoli senza limiti di potenza ed altri veicoli sopra citati, sia nuovi che usati. E' possibile utilizzare l'agevolazione per una sola volta nell'arco di quattro anni. E' possibile riutilizzarlo, entro i primi quattro anni, solamente se il veicolo viene cancellato dal PRA perché destinato alla demolizione. La detrazione Irpef spetta non solo per l'acquisto ma anche per la riparazione del mezzo. Vengono esclusi dallo sgravio le riparazioni per l'ordinaria manutenzione, l'assicurazione e carburanti.