Il Bollo auto 2018 va pagato entro il 31 gennaio per i soggetti che hanno la scadenza a fine dicembre. La scadenza è vicina anche per il superbollo. Esistono però delle eccezioni, casi in cui il bollo è soggetto ad esenzione o riduzione. Le regole in questi casi cambiano in base alla regione di appartenenza. C’è anche un’interessante novità sulla prescrizione della tassa che è fissato a tre anni come ha stabilito una sentenza recente della Corte di Cassazione.

Bollo auto i casi di esenzione e riduzione

La scadenza del bollo auto 2018 è fissata al 31 gennaio. Alcuni veicoli però non sono soggetti al pagamento [VIDEO]. Ad avere l’esenzione del bollo auto sono i possessori di veicoli storici che sono immatricolate da più di 30 anni, le auto intestate a portatori di handicap o disabili o ai familiari che si occupano dei disabili e li hanno quindi in carico.

Questi soggetti non devono pagare la tassa.

Riduzioni sono previste per i possessori di autoveicoli ibridi [VIDEO], auto elettriche e per coloro che hanno intestata un’auto a metano e Gpl. Per avere la riduzione o l’esenzione è necessario presentare una dichiarazione in cui il soggetto deve indicare il numero di targa e che l’auto non supera duemila centimetri cubici se a benzina o 2.800 se a gasolio. Tutti i soggetti che non rientrano in questa descrizione sono tenuti a pagare la tassa. Il bollo va pagato al massimo entro la fine del mese successivo a quello di scadenza, chi paga dopo si ritroverà una cifra aggiuntiva.

Visto che le disposizioni cambiano di regione in regione è consigliabile visitare il sito dell’ACI per controllare le diverse regole e le riduzioni possibili a seconda della residenza.

Il bollo si può pagare anche in ritardo ma dopo un anno, ad esempio, la regione manderà un avviso bonario con la richiesta di pagamento maggiorata del 30%.

Si paga anche il superbollo

Oltre al bollo auto è previsto anche il superbollo ma a pagarlo saranno soltanto i proprietari di veicoli di lusso con potenza superiore a 185 kW, per ogni kW in più l’aumento è pari a 20 euro sul bollo. La scadenza dell’addizionale dello Stato sul superbollo auto è fissata è fissata al 31 gennaio per i veicoli che riportano come data di scadenza dicembre 2017. Tramite l’Agenzia delle Entrate è possibile calcolare il superbollo inserendo i dati e stampando il modello F24. per chi non paga il super bollo è prevista una multa del 30% dell’imposta che si sarebbe dovuta pagare.