Dopo ampie richieste da parte dei videogiocatori di fare nuovamente un salto indietro nel passato della storia della setta di Assassini, la cui ambientazione si era ormai spostata molto avanti con il tempo (Sedicesimo secolo nel IV capitolo "Black Flaf" e Diciassettesimo-Diciottesimo secolo con Assassin's Creed Unity, anch'esso da poco ufficialmente annunciato e ambientato durante la Rivoluzione francese), Ubisoft sembra accogliere le "preghiere" dei giocatori del mondo, in particolare di quelli italiani, di riportare la saga in Italia e in particolare nel periodo più grande della sua storia: nel bel mezzo dell'Impero Romano, quindi nell'antica Roma!





Ci sono tante tesi che sorreggono l'eventualità dell'ambientazione nel Lazio, dal titolo infatti ci si rifà forse alla leggenda secondo la quale dopo l'assassinio di Giulio Cesare sia apparsa in cielo la cometa più luminosa che si fosse mai vista. Inoltre a rafforzare questa ipotesi interviene anche l'intervista che ha rilasciato Jade Raymond al sito canadese The Grid: "Stiamo lavorando con gli storici per ricreare questa società - Roma antica e la Rivoluzione Francese. E poiché ogni gioco è realizzato in una nuova era, gli utenti non si stancano mai di giocare i capitoli della serie".

Ovviamente non si tratta affatto di un'ambientazione già presa, perché la Roma presente in Brotherood sarebbe completamente da ridisegnare per riportarla all'antico splendore.



Ci si aspetta il rilascio di entrambi questi due titoli (Assassin's Creed Unity - Assassin's Creed Comet) sia per PS3 e Xbox 360 che per PS4 e Xbox One. E forse anche per Wii U!

Segui la nostra pagina Facebook!