La multinazionale americana ha deciso di aumentare il prezzo delle App nel suo store online: dunque non si partirà più da 0.99 centesimi, ma da 1.09 euro. La decisione è arrivata dopo una riunione fiume, durante la quale l'azienda ha deciso di adeguare il suo tariffario al cambio euro-dollaro e all'inflazione.

Diventa quindi più caro, per gli utenti, effettuare acquisti di applicazioni per l'iPhone dall'Apple store. I rincari minimi di 10 centesimi per le app da 0.99 euro sono già stati comunicati dall'azienda americana a tutti gli sviluppatori dell'area euro e centro americana.

Le applicazioni che prima costavano 1.99 euro passeranno a 2.29 euro.

Ricordiamo comunque che, a partire dal 2012, ci sono stati rincari progressivi, con le app che passarono da un costo di 0.79 centesimi a 0.89, fino ad arrivare a 0.99 euro alla fine del 2014. Non ci saranno aumenti, invece, per chi possiede abbonamenti allo store Apple.

Ecco il comunicato con cui l'azienda di Cupertino ha provveduto a comunicare gli aumenti effettivi agli sviluppatori europei, messicani e americani. "Facendo leva sull'aumento dei tassi di cambio e sull'inflazione, abbiamo deciso di aumentare i prezzi per gli acquisti nell'Apple store, sono esclusi da tale aumento coloro che possiedono abbonamenti con rinnovo automatico. I prezzi aumenteranno in Europa, Danimarca, Messico, Stati Uniti nei prossimi sette giorni lavorativi".

Si tratta, dunque, del quarto rincaro complessivo per le applicazioni di Cupertino in soli 5 anni: un aumento del 10% giustificato dal fatto che i tassi di cambio euro-dollaro abbiano penalizzato l'azienda in questi anni e che, di conseguenza, ha reso necessario correre ai ripari, chiedendo un piccolo contributo agli utenti.

Staremo a vedere cosa penseranno i clienti dei dispositivi iPhone e iPad, anche se si tratta comunque di cifre minime ed alla portata di chiunque possegga un prodotto Apple.

Intanto è previsto l'arrivo di Apple Cash, un nuovissimo servizio di micropagamenti, che l'azienda americana sta sperimentando prima di lanciarlo a tutti gli effetti.

L'obiettivo è quello di fare concorrenza a Paypal e di introdurre la nuova funzione peer to peer che dovrebbe risultare più veloce, economica e funzionale.

Apre Apple Dubai Mall

Intanto a Dubai, l'azienda di Cupertino ha aperto un nuovo store che si affaccia sul Burj Khalifa, il centro commerciale più grande del mondo, e sulla Dubai Fountain, la spettacolare fontana che crea getti d'acqua a tempo di musica con favolosi sfondi realizzati al led.

Segui la pagina Tecnologia
Segui
Segui la pagina Apple
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!