Oramai i sistemi di messaggistica istantanea sono diventati di uso comune per numerosi utenti Smartphone, non solo per lo svago o per il tempo libero, ma anche in ambito professionale o sportivo. Se considerate l'utilizzo dei gruppi chat per team di lavoro o squadre professionistiche o amatoriali, tanti argomenti passano tramite applicazioni come WhatsApp [VIDEO], Telegram o Messenger di Facebook. A volte vengono scambiati anche dati sensibili, o comunque che dovrebbero mantenere una certa sicurezza. Su Whatsapp per ogni conversazione avviata con un utente, viene attivato il sistema di crittografia che in teoria garantisce privacy, così come Telegram gran parte delle persone lo utilizzano non solo per l'aspetto estetico ed intuitivo, ma anche per la sicurezza che garantisce.

Ad esempio si possono avviare messaggi che si autodistruggono dopo qualche secondo, per evitare che rimangano presenti sulle chat. Ma spesso però queste modalità non sono sufficienti per contenere i virus informatici, il vero problema non solo per i pc ma anche per gli smartphone. In particolar modo, uno dei trojan più temuti per quanto riguarda WhatsApp è SkygoFree, un virus che ha la capacità di leggere conversazioni e messaggi presenti nelle chat. Vediamo di cosa si tratta e come possiamo evitarlo.

Il virus informatico SkygoFree su WhatsApp

Per chi pensa che l'antivirus è fondamentale solo per i pc, si sbaglia: è importante essere protetti anche sugli smartphone considerando le numerosi informazioni che vengono scambiate fra gli utenti. Uno dei virus più pericolosi per i dispositivi è SkygoFree, che è in grado di monitorare applicazioni come WhatsApp, Skype, Messenger o Viber.

Ma come si comporta questo virus con l'app? In poche parole può leggere i messaggi tramite i servizi di accessibilità, una sorta di programma in grado di visualizzare ciò che è scritto sullo schermo dello smartphone e quindi può raccogliere i messaggi su WhatsApp. Ovviamente, l'autorizzazione all'accessibilità deve essere data dall'utente ma spesso questo virus si nasconde dietro ad autorizzazioni che sembrano banali. Oltre a leggere i messaggi in chat, questo virus può anche attivare la fotocamera frontale, utilizzando quindi le foto degli utenti. Altro modo è far connettere il vostro smartphone ad una rete gestita dagli hacker, dalla quale poi gli stessi possono prendere tutti i dati [VIDEO]dell'utente.

Suggeriamo quindi solo di installare applicazioni ufficiali, disattivare l'opzione di installazione app da terze parti. Quando si scarica, verificare il numero dei download che ha e se non ci sono errori ortografici nei nomi dell'app. Infine vi suggeriamo di installare un ottimo antivirus che possa in qualche modo mettere al sicuro tutti i dati personali e lo smartphone.