Da quando nel Giugno del 2015 il magnate dell'edilizia Donald Trump annunciò la sua candidatura per la presidenza americana, ne sono successe di cose. Il Tycoon newyorkese, che già godeva di una certa fama all'interno dei confini nazionali, si è reso noto al mondo intero per diverse dichiarazioni dal sapore retrò e per una spiccata antipatia verso le minoranze etniche. Un fenomeno mondiale ma, soprattutto, un fenomeno virale.

Grazie alla sua biondissima acconciatura e alle sue espressioni grottesche, Trump è diventato il protagonista di esilaranti gif e video-montaggi sul web. Trai numerosi bersagli delle sue invettive, un posto d'onore spetta sicuramente ai migranti messicani definiti "criminali, trafficanti di droga e assassini". Questa sua fervida passione per i suoi amici chicani lo spinse ad annunciare un'immensa opera, la più grande di tutte: un muro lungo tutto il confine con il Messico.

Un muro rigorosamente pagato dai messicani. Un'opera di vitale importanza per il suo progetto politico " Make America Great Again". La proposta, così come tante altre dichiarazioni, ha scatenato tantissime reazioni violente trai suoi oppositori ma si è anche rivelata fonte di ispirazione per alcune esilaranti iniziative. Una di queste è sicuramente il videogioco per cellulari: Jrump.

Jrump, il videogioco

Creato da un team neozelandese, il videogioco è disponibile dal 16 Settembre sugli app stores iOs e Android.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Videogiochi

"Abbiamo iniziato a discutere su quanto sarebbe stato divertente creare un gioco incentrato sul suo amore per i muri" queste le parole di Tom Bellamy, uno dei creatori. In un mondo ormai prossimo alla distruzione, il piccolo Trump dovrà superare muri e ogni sorta di ostacoli per raggiungere una lontana galassia da rendere grande e splendente. A ostacolarlo in questa impresa ci saranno alieni, messicani e molti dei suoi avversari politici come Barack Obama, Hilary Clinton e Bernie Sanders. I loro nomi, così come quello di Trump, non compaiono mai ma le buffe caricature non lasciano molto spazio all'immaginazione.

Jrump, altre iniziative video ludiche

Jrump non è però l'unica iniziativa video ludica dedicata al biondissimo magnate. L'anno scorso un team di sviluppatori messicani, per ringraziarlo della stima nutrita nei loro confronti, creò un piccolo videogioco per cellulari: Trumpeaolo. Nel gioco bisogna colpire Trump con bottiglie, scarpe, palle da bowling e tantissimi altri oggetti evitando di lanciargli soldi e fiori.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto