Ha dell'incredibile, ma anche la Televisione italiana viene delocalizzata, né più né meno come accade ad un comparto industriale del tessile. L'imprenditore romano Becchetti, che deve molta della sua ricchezza alla raccolta di rifiuti e al loro smaltimento, a causa proprio di ciò era già noto alle cronache italiane come nome comparso nello scandalo sullo smaltimento che coinvolgeva il Comune di Roma, ha raccolto questa sfida catodica, rilevando una emittente albanese preesistente, Agon Channel, che fino ad ora aveva trasmesso programmi che molto si ispiravano a quelli esistenti in Italia, ed ivi ha portato una scuderia di artisti italiani con diverse competenze.

L'ultimo nome ad unirsi al gruppo è stata la Simo nazionale, Simona Ventura, che priva di contratti e proposte nel nostro Paese, si è tuffata in questa novità, con lo slancio che la contraddistingue, partecipando anche alla conferenza stampa inaugurale, al fianco del neo presidente Becchetti. Della partita saranno: Pupo con un talent musicale, scritto e ideato da lui, Sabrina Ferilli, nella nuova veste di conduttrice di talk show: "Il contratto". A capo della sezione news ci sarà un nome di rilievo ed esperienza, Antonio Caprarica. Poi sempre del gruppo sono la brava Luisella Costamagna e Giancarlo Padovan

In Italia Agon Channel sarà visibile sul canale trentatré del digitale terrestre e verrà inaugurato il primo dicembre. Sembra che per la serata del Galà sarà presente una star di fama internazionale e il nome più accreditato è quello di Nicole Kidman.

I migliori video del giorno

Certo la sfida per la nuova tv sarà dura, perché nasce proprio in un momento di estrema frammentazione degli ascolti, dovuta al folto numero di canali esistenti sul digitale terrestre, dai tradizionali a quelli più innovativi e prettamente tematici. Certo tutto starà anche nella qualità del prodotto che viene proposto, comunque per iniziare Becchetti si è assicurato nomi di un certo livello e ben conosciuti e stimati in Italia. Non ci rimane che attendere i primi risultati, con una punta di curiosità.