Domenica 16 novembre sarà di scena "L'Arena" di Massimo Giletti, che andrà in onda su Rai 1, a partire dalle 14.00. Numerosi saranno gli ospiti provenienti dal mondo della politica e da quello dello spettacolo, Sarà un appuntamento sicuramente da non perdere. Ma vediamo chi arriverà in studio.

Anticipazioni L'Arena di Massimo Giletti, ospiti anche Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Claudio Gambino

Massimo Giletti ama collegarsi al mondo dell'attualità economica e ai temi della cronaca nazionale. E' perso che in collegamento da Montecchio ci sarà Matteo Salvini, il segretario della Lega Nord che ha subito un'aggressione a Bologna la settimana scorsa.

La rappresentante di "Fratelli d'Italia", Giorgia Meloni, invece, si collegherà da Bologna, in previsione delle prossime elezioni regionali. Da Torino si collegherà, poi, Claudio Gambino, il sindaco di Borgaro Torinese.

A L'Arena sarà affrontato anche il problema sorto nel quartiere di Tor Sapienza a Roma, dove è sorta una vera e propria rivoluzione da parte dei cittadini. Il sindaco, infatti, è stato pesantemente insultato con epiteti ingiuriosi come "buffone, pagliaccio" e a lui è stata ricondotta tutta la rovina di Roma. Sarà un tema di cui si parlerà in studio con Michele Emiliano e Daniele Ozzimo.

Anticipazioni L'Arena di Massimo Giletti: ospiti Raoul Bova e Paola Cortellesi

Ma grande spazio sarà dato anche il cinema, dato che saranno presenti anche Raoul Bova e Paola Cortellesi, chiamati per promuovere il loro nuovo film "Scusate se esisto!", regista del quale è Riccardo Milani.

I migliori video del giorno

"Raccontiamo l'attualità tra coppie di fatto e mondo del lavoro" dice Paola Cortellesi del suo film, che debutta da sceneggiatrice con il film del marito Riccardo Milani. Questa commedia divertente vuole fare riflettere sul ruolo delle donne nel mondo del lavoro. Raoul Bova, invece, interpreterà un gay che non riesce a confessare al figlio il suo orientamento sessuale. A L'Arena sarà ospite anche Michelle Hunziker, che sarà intervistata per il progetto "Doppia difesa".