Anna Marchesini, l’attrice resa celebre per le interpretazioni comiche con il “Trio Medusa” dopo un lungo periodo lontano dal mondo dello show business, nonostante l’artrite reumatoide è tornata in teatro al Piccolo Teatro Paolo Grassi di Milano con lo spettacolo “Cirino e Marilda non si può fare”, tratto dal racconto di uno dei suoi libri “Moscerine”.

Durante l’intervista con Fazio a Che Tempo che Fa l’attrice ha raccontato la sua visione della vita e della morte affermando di non aver ancora capito “perché si sta in vita”, tuttavia la Marchesini ha dimostrato il suo grande coraggio nel tornare a teatro nonostante la malattia e di non aver perso il suo talento ironico tanto da arrivare a scherzare sul fatto che se fosse invitata alla festa dei morti il 2 novembre gli chiederebbe di essere cremata.

La celebre comica sessuologa del Trio con Tullio Solenghi e Massimo Lopez è tornata in tv dopo 5 anni di malattia e accolta da una standing ovation del pubblico in studio ha raccontato con ironia il suo dramma e la trama dello spettacolo teatrale che andrà in scena dal 4 al 16 novembre, che narra delle vicende di Cirino un professore 50 enne stanco di obbedire ai doveri e alle incombenze della vita non riuscendo a capire che proprio grazie a quest'ultime, la vita è possibile e meravigliosa.

Tuttavia la comica e doppiatrice ha voluto precisare di non pensarla come il messaggio dello spettacolo teatrale e malgrado il viso e il corpo segnato dalla malattia, la Marchesini lucida e intelligente ha conquistato tutto il pubblico intrattenendolo e lasciando un segno con le sue gag legate alla festa dei morti del 1 novembre come ad esempio: “Il concetto di altrove lo ritroviamo anche oggi, perché è il giorno dei morti”.

I migliori video del giorno

La puntata del talk show di Fabio Fazio Che Tempo Che Fa è proseguita con gli auguri per i 50 anni di Luciana Littizzetto e ha raggiunto ascolti record con circa 5 milioni di spettatori e il 14,4% dello share di Rai Tre, e durante l’intervista ad Anna Marchesini e Massimo Giannini ha raggiunto picchi intorno al 20% dello share.