Anticipazioni Il Segreto 16 dicembre 2014 centrate sulla figura dell'investigatore Herrero (ricorda un po' lo Zamalloa della prima stagione) sempre alle prese col caso Maria Castaneda che è stata oggetto di violenze sessuali avvenute nella stalla di casa Montenegro suscitando la comprensibile ira di Donna Francisca.

Il vero problema è che la ragazza non ricorda affatto che cosa le è successo e quindi le indagini si complicano molto. L'aggressore aveva il viso travisato, cosa che ne ha complicato ancora di più l'eventuale identificazione. Servono quindi dei particolari, degli indizi per risalire all'autore dell'insano gesto.

Herrero, in collaborazione con Don Gonzalo Valbuena, vuole giocarsi la carta dello psicanalista. Inizialmente Francisca opporrà una certa resistenza poiché finirà per pensare che sia meglio per tutti dimenticare l'accaduto. Il problema è che Maria subì abusi anche da piccola, proprio come accaduto a Soledad, il che crea non poche problematiche per la sua stabilità psicologica.



Novità di rilievo riguardano poi Donna Pia che, ormai stanca dei continui ricatti di Evarista, si farà ritrovare e ammetterà di preferire il carcere ad una vita piena di ricatti.



Purtroppo essere oggetto di turpi attenzioni sembra il leitmotiv della vita di Maria e infatti a titolo di ulteriori anticipazioni possiamo dirvi che anche nella stagione numero 3 ci sarà chi proverà ad abusare di lei: si tratta di Rigo, personaggio poco raccomandabile che ricorda vagamente Severiano che di Maria è il padre naturale anche se Alfonso Castaneda l'ha riconosciuta ufficialmente.

I migliori video del giorno

Aurora Guerra, ormai famosa autrice de Il Segreto, sembra voler fare di Maria un'eroina tragica un po' come accaduto con la levatrice Pepa, che nessuno a Puente Viejo ha dimenticato.

Una curiosità: l'interprete di Pepa, Megan Montaner, è ora impegnata nella nuova fiction "Senza identità" e il suo personaggio si chiama proprio Maria. Il Segreto continua con emozioni sempre più forti. Riuscirà lo psicanalista a rimettere in moto i meccanismi della memoria di Maria?