Candela dietro l'insistenza di Gonzalo e Maria, convince Tristan a far ritornare a Puente Viejo Aurora. Tristan sa che riportare la figlia a casa non è una scelta facile. L'uomo si sente in colpa nei confronti della ragazza, per averla allontanata dagli affetti familiari solo perché in ogni istante la sua presenza gli ricordava Pepa.

Pubblicità
Pubblicità

Aurora con una lettera comunica al padre che tarda il suo ritorno a casa, per completare gli studi, ma all'insaputa di tutti, la giovane si presenta a El Jaral. Rosario comunica a Tristan la presenza della figlia, e l'incontro tra i due è emozionante. Aurora si getta in lacrime tra le braccia del padre e Tristan l'accoglie con tutto il calore che si merita.

Le anticipazioni ci dicono che in realtà non si tratta della vera Aurora, ma di Jacinta Ramos, un'amica di collegio della ragazza, che si spaccia per lei per godere di tutti i privilegi riservati a chi porta il cognome Castro.

Jacinta Ramos la falsa Aurora (Fonte: Antena 3)
Jacinta Ramos la falsa Aurora (Fonte: Antena 3)

Le prime a mostrare affetto a Aurora sono Emilia e Rosario, ma le due donne stando a contatto con la giovane, si rendono conto che non è proprio come se l'aspettavano. Sono trascorsi 16 anni, ed è difficile riconoscere una persona: infatti nessuno si accorge che questa Aurora non è la figlia di Pepa.

Tristan è preoccupato, perché prima o poi Aurora gli chiederà com'è morta la madre e dovrà raccontarle la triste verità, spiegandole pure la decisione che ha dovuto prendere nei suoi confronti per non rischiare di riversare su di lei la rabbia per la scomparsa della moglie.

Pubblicità

Se inizialmente Aurora si mostra premurosa nei confronti della madre, portandole dei fiori sulla tomba, poi ne sarà infastidita. Tutte le persone che hanno vissuto a fianco della levatrice, raccontano ad Aurora com'era Pepa, pensando di farle piacere, invece la ragazza dopo ripetuti paragoni con la defunta, soprattutto da parte di Emilia e Rosario, si innervosisce chiedendo che non vuole più essere paragonata a Pepa, lei non può essere uguale alla madre, non le possono piacere le stesse cose, lei è Aurora e non Pepa.

Gonzalo difende la sorella, trovando una debole giustificazione alla sua crisi di nervi, ma gli atteggiamenti della ragazza con il tempo daranno da pensare a più di una persona del paese che c'è qualcosa di strano nel suo comportamento.

Leggi tutto