L'ultima puntata del Trono Over andata in onda ha avuto un seguito non indifferente di polemiche. Al centro del mirino c'è ancora la coppia Gemma e Giorgio. Questa volta però, a richiamare l'attenzione è stata la conduttrice Maria De Filippi, che ha espresso il suo parere a riguardo.

Gemma, Giorgio ed Alba: un triangolo poco riuscito

In studio abbiamo visto sedersi al centro una Gemma apparentemente serena, ma con il cuore in pena. Dopo qualche minuto in cui ha raccontato di non aver visto Giorgio in settimana, il cavaliere ha fatto la sua entrata, baciandola finalmente a stampo.

L'idillio è durato poco. Per Giorgio sono scese infatti altre cinque dame, prontamente eliminate dal latin lover fiorentino. Alba non ha resistito ed è tornata tra le pretendenti di Giorgio. Il cavaliere però non ne ha voluto proprio sapere. Forse infastidita dal rifiuto, Alba ha cominciato a sparare a zero sulla coppia, definendo Gemma falsa e Giorgio un attore, anche dopo aver scoperto sui social l'agenzia di talent al quale è iscritto. George, con il suo solito savoir faire, non si è minimamente alterato e ha ribadito di non voler conoscere l'insistente Alba.

Maria De Filippi contro Alba difende la coppia

Alba ha poi chiesto al pubblico e alla conduttrice se non fosse il caso che Gemma e Giorgio andassero via, dal momento che è ormai risaputo che i due si vedono e hanno rapporti intimi.

Non trova giusto che per loro sia stato riservato un 'trattamento speciale', dal momento che moltissime altre coppie sono uscite dal programma. Maria De Filippi ha prontamente risposto che, finché la relazione tormentata Gems&George piacerà al pubblico, continuerà a tenerli nello studio del Trono Over. Questa affermazione ha fatto scalpore sui social, che hanno criticato Maria del fatto di giocare sulla sofferenza di Gemma per aumentare gli ascolti.

Altri invece hanno dato ragione alla conduttrice, ricordando che ci si trova comunque in un contesto televisivo, con le sue regole e i suoi tempi. Senza dubbio, questa storia di amore e dolore piace, e anche molto.