Il Festival di Sanremo 2016 è stato vinto dagli Stadio. La sessantaseiesima edizione si è conclusa nel modo più clamoroso ed inaspettato, ai primi posti del podio arrivano infatti 3 autentiche sorprese. Primi quindi gli Stadio con il brano "Un giorno mi dirai"; al 2° posto Francesca Michielin con la canzone "Nessun grado di separazione"; al 3° posto la coppia Deborah Iurato e Giovanni Caccamo con "Via da qui". Nelle edizioni passate, gli Stadio parteciparono altre 2 volte al Festival ma con risultati negativi, curiosamente si piazzarono sempre nelle ultime posizioni in classifica.

Pubblicità

Al momento della premiazione, il cantante e leader Gaetano Curreri è apparso visibilmente commosso. Francesca Michielin è una delle cantanti più giovani nella categoria "big", si è fatta conoscere al grande pubblico qualche anno fa, grazie alla vittoria del Talent "X Factor". Giovanissima anche l'inedita coppia piazzatasi al 3° posto, Deborah Iurato si è fatta conoscere pure lei ad un Talent "Amici" che riuscì a vincere, mentre Giovanni Caccamo è stato il vincitore delle nuove proposte dello scorso anno.

Curiosa la performance di Elio e Le Storie Tese che si sono esibiti travestiti uguali alla rock band storica dei Kiss. 

La classifica finale

L'ultima cantante reintegrata al gruppo, è stata Irene Fornaciari con il brano "Blu" che ha vinto il ballottaggio al televoto tra i 5 cantanti precedentemente esclusi. Tutti i finalisti, hanno così riproposto la loro canzone per la terza volta all' Ariston. Ecco la classifica finale:

1° Stadio

2° Francesca Michielin

3° Deborah Iurato e Giovanni Caccamo

4° Enrico Ruggeri

5° Lorenzo Fragola

6° Patty Pravo

7° Clementino

8° Noemi

9° Rocco Hunt

10° Arisa

11° Annalisa

12° Elio e Le Storie Tese

13° Valerio scanu

14° Alessio Bernabei

15° Dolcenera

16° Irene Fornaciari

20° Zero Assoluto, Dear Jack, Bluvertigo, Neffa (eliminati)

Le pagelle del cast

Carlo Conti ha rinnovato il Festival, in questo momenti è sicuramente il presentatore più adatto per il Festival, l'erede naturale di Pippo Baudo, lo stile è quello del classico presentatore professionale ma Conti è anche versatile, ad esempio quando interpreta molto bene il ruolo di "spalla" per i comici.

Pubblicità

Non mette mai a disagio i suoi partner e grande competenza musicale, eccellente la direzione artistica di queste due ultime edizioni, è lui il deus ex machina di questo Festival. Voto: 8.

Madalina Ghenea, una bella persona si vede e non solo dal punto di vista estetico, grande classe ed eleganza, conosce pure 4/5 lingue, ma sul palco è apparsa troppo impacciata, forse sarà l'ansia del debutto. L'ultimo giorno della finale, ha indossato un elegante abito con trasparenze molto sexy, che esaltava in pieno tutta la sua bellezza.

Voto: 5.

Gabriel Garko, per il ruolo che doveva ricoprire così limitato, avrebbe dovuto evitare di leggere il copione e memorizzare la sua parte, visto che è anche un attore. Disinvolto davanti alle telecamere, bello forse anche troppo, elegante ed anche un bel sorriso accattivante, magari se eliminasse quel fastidioso vezzo di leccarsi il labbro ogni volta (quasi per compiacersi) non sarebbe male, l'autoironia però lo salva in parte. Voto: 4.

Virginia Raffaele, brava anzi bravissima, è la migliore imitatrice in questo momento, esilarante in tutti i personaggi rappresentati da Sabrina Ferilli a Carla Fracci, molto sarcastica di suo a prescindere dal ruolo da interpretare, si percepisce dai tempi comici e dalle battute improvvisate che spesso spiazzano pure il più "esperto" conduttore.

Pubblicità

Oltre la tecnica straordinaria, quello che la differenzia è la capacità di entrare completamente dentro la psiche del personaggio imitato per poi giocarci a modo suo. Nell'ultima puntata si è cimentata nel ruolo di seconda conduttrice, indossando splendidi abiti, ma quanto ci è mancata nelle sue parodie. Voto: 7.