I produttori di "American Horror Story" avevano intenzione di mantenere ancora per qualche tempo il più assoluto riserbo sul titolo della season 6, ma questa settimana sono trapelate delle indiscrezioni che sostengono che il nome potrebbe essere "The Mist", ovvero "La nebbia". Le fonti che riportano la notizia sono due: l'Entertainment Weekly e il sito web Rotten Tomatoes. 

C'è da dire che la notizia non è del tutto "ufficiosa", poiché potrebbe provenire proprio dalla FX. A tal proposito, il CEO dell'emittente televisiva statunitense, John Landgraf, ha commentato alcuni teaser che aveva rilasciato, dicendo che solo uno non serve a confondere i fan.

Il titolo di AHS

Durante le season precedenti, tutti i titoli avevano fatto riferimento a un luogo dove sarebbe avvenuto un omicidio brutale, o qualche altro evento sinistro. Il titolo "The Mist" sarebbe un'assoluta novità da questo punto di vista, cosa che lascia i fan con qualche dubbio sulla veridicità dell'informazione. Inoltre, il nome "The Mist" sarebbe stato tratto da un romanzo di Stephen King, giacché la nebbia contiene delle creature spaventose e ripugnanti. Ma sembra piuttosto strano il fatto che una serie come American Horror Story si sia limitata a copiare il titolo del romanzo di un famoso scrittore.

Notizie sulla Season 6

Non dimentichiamo che non è la prima volta che American Horror Story dirotta i suoi fan. Inoltre potrebbe essere una manovra di marketing molto intelligente quella di confondere gli appassionati della serie, in attesa della premier del 15 settembre.

I migliori video del giorno

È possibile, però, che la FX abbia detto il vero e che voglia regalare una piccola anticipazione della season 6 ai suoi fan. Ryan Murphy ha detto che i personaggi includeranno due bambini e che darà vita a un paio di idee che gli ronzavano per la mente da un po' di tempo.

TMZ, qualche settimana fa, ha pubblicato delle foto tratte dal set della serie, che mostravano una scenografia coloniale del Nord Carolina alla fine del 1500. I video inerenti le prime indiscrezioni e quelli che ha rilasciato la FX sono tutti disponibili online.