I casting per la settima stagione de Il Trono di Spade sono iniziati. Il primo nome di spicco ad unirsi al team del drama fantasy della HBO, è il premio Oscar Jim Broadbent. L'attore è noto per aver dato il volto al Professor Horace Lumacorno nei capitoli finali della saga di harry potter ed ha vinto la sospirata statuetta nel 2002 per il suo ruolo in Iris: Un amore vero, al fianco di Judy Dench e Kate Winslet.

Nessun dettaglio è trapelato, tutto è top secret, ma molte speculazioni lo indicano come un possibile sacerdote sessantenne, il ruolo era in un casting pubblico avviato dalla produzione nel mese di agosto. Ma sono solo supposizioni, potrebbe interpretare qualsiasi altro personaggio; ad ogni modo, a chiunque presterà il volto Broadbent, non potremo vederlo prima dell'estate del 2017, dato che hanno spostato le riprese di qualche mese.

La settima stagione: l'inverno è arrivato

Il motivo è che l'inverno è finalmente arrivato a Game of Thrones, i produttori esecutivi David Benioff e D.B. Weiss hanno ritenuto che le trame della prossima stagione sarebbero state più credibili se le riprese fossero iniziate un po' più tardi del solito, quando il tempo comincia a cambiare, le giornate si fanno più corte e il cielo grigio regna sovrano. Il presidente della hbo, Casey Bloys, ha detto in un comunicato nel mese di luglio: “Invece di debuttare in primavera come la tradizione dello show vuole, ci stiamo muovendo per l'esordio estivo”. La settima stagione sarà la penultima e sarà composta da sette episodi.

Gli ascolti e gli Emmy

Nel frattempo la sesta stagione conclusasi nel mese di giugno è stata un successo sotto ogni punto di vista.

I migliori video del giorno

Ha fatto il boom di ascolti raggiungendo una media di 8 milioni a episodio senza contare i servizi online come HBO go e VOD e in quel caso si raggiungono i 23 milioni di telespettatori. In più ha ricevuto una pioggia di candidature, ben ventitré, tra cui miglior serie drammatica, ai 68° Emmy Award, premiazione che avverrà il 18 settembre a Los Angeles.