Grande bufera nelle ultime ore per le dichiarazioni scottanti che #stefano bettarini, ex marito di #Simona Ventura, ha fatto a Clemente Russo, entrambi protagonisti della prima edizione del #Grande Fratello VIP. I due sono al centro delle polemiche di tutti i giornali e delle trasmissioni televisive: durante una chiacchierata, credendo di aver i microfoni spenti, si sono lasciati andare a confessioni shock  utilizzando parole molto forti. Bettarini aveva confessato al pugile e campione mondiale Russo di aver ripetutamente tradito Simona Ventura, ma soprattutto ha fatto diversi nomi delle ragazze con cui sarebbe stato, alcuni appartenenti al mondo dello spettacolo e alcune legate a personaggi di rilievo.

Inoltre ha confessato al pugile che anche Simona l'avrebbe tradito con un noto esponente del mondo televisivo. Clemente, che aveva ascoltato in silenzio i tradimenti di Stefano, sul 'presunto tradimento di Simona' ha speso invece parole dure dandole della poco di buono e affermando che Stefano 'avrebbe dovuta lasciarla morta sul letto'.

La reazione di Simona Ventura

Sull'Ansa invece è arrivata la risposta della nota conduttrice Simona Ventura la quale ha dichiarato che agirà in giudizio contro Clemente Russo. Il suo avvocato Alessandro Simeone dovrà tutelare gli interessi della conduttrice e dei figli dai due concorrenti. Clemente Russo dovrà rispondere di quanto ha commesso e soprattutto delle sue parole nelle sedi opportune. Su Stefano Bettarini, Simona ha dichiarato che ormai ogni commento è superfluo.

I migliori video del giorno

La dichiarazione di Selvaggia Lucarelli

Ad esprimere la sua opinione la giornalista del Fatto Quotidiano Selvaggia Lucarelli, che ha aspramente condannato il comportamento dei due, definendoli 'il sunto perfetto dello schifo che fanno certi uomini'. Inoltre ha invitato tutte le persone coinvolte e nominate da Bettarini, oltre Simona Ventura, ad agire nelle opportuni sedi per chiedere risarcimento, invitando la redazione del Grande Fratello Vip a squalificare i due protagonisti per il comportamento poco adatto e corretto.