La modenese ventitreenne Silvia Provvedi, fidanzata di Fabrizio corona, rompe il silenzio dopo l’arresto del suo compagno avvenuto lo scorso 10 ottobre. Lo fa sulle pagine del settimanale “Chi”. La prima dichiarazione: “Fabrizio non è un delinquente, è una persona molto diversa da quella che è descritta”. Silvia poi accusa chi va in televisione a parlare di Fabrizio come un incapace, insensibile e irresponsabile. Secondo la cantante-modella sarebbe semplice sparlare di chi in questo momento non ha la possibilità di difendersi. Corona è stato arrestato con l’accusa di intestazione fittizia di beni, dopo che sono stati ritrovati nel controsoffitto di casa 1,7  milioni di euro, frutto secondo il procuratore Ilda Boccassini di attività in nero.

Assieme a Corona, arrestata anche la titolare dell’Atena S.r.l. Francesca Persi. “Fabrizio non è solo, con me, suo figlio e sua madre ha buone possibilità di ricominciare”- continua Silvia, ripercorrendo poi gli ultimi istanti prima dell’arresto. Erano insieme in palestra, quando Fabrizio le confidò di non sentirsi bene, chiedendole di andare in farmacia. Dopo poco Silvia fu raggiunta dallo stesso Corona, bianco in volto. Freddamente le disse che lo stavano per arrestare e che doveva consegnarsi entro due ore. Gli ultimi istanti, la coppia li ha passati abbracciati.

Totalmente diversa è la considerazione su Fabrizio Corona, di Lele Mora. L’ex agente dei vip, ha recentemente rilasciato una sua intervista al Corriere della Sera: "Fabrizio è un bullo che non balla, è malato di soldi, è una macchina da soldi, un genio del male". Intanto “Dagospia”, fa emergere alcune indiscrezioni sulle condizioni in carcere dell’ex re dei paparazzi.

I migliori video del giorno

Il sito rivela che Corona è detenuto nel terzo raggio del Carcere di San Vittore nella cella 109, dove c’è la doccia, il cuscino, la televisione e anche l’accesso alla palestra. Il terzo raggio è quello riservato ai colletti bianchi, ben distante dall’inferno del sesto raggio del carcere milanese, dove in una cella ci sono anche 8 detenuti. Nella stanza di Corona (nel terzo raggio sono chiamate stanze e no celle), i detenuti sono tre, tra cui Giovanni Cottone ex marito di Valeria Marini.