L'artista napoletano Nino D'Angelo ha festeggiato i quarant'anni dal debutto da professionista dell'indimenticabile Diego Armando Maradona, che ha fatto sognare i calorosi tifosi napoletani alla fine degli anni ottanta. Il cantante napoletano per l'occasione ha postato una foto sulla sua pagina ufficiale di facebook, che lo vede al fianco di maradona e Raimondo Marino. D'altronde non bisogna dimenticare la grande amicizia tra Nino D'Angelo e il calciatore Diego Armando Maradona. Il cantante napoletano ha girato una scena di un film, al fianco del Pibe De Oro nel film intitolato Tifosi e diretto dal regista toscano Neri Parenti. In questa pellicola cinematografica del 1999 Nino D'Angelo ha vestito i panni del ladruncolo Gennaro Scognamiglio che, insieme al suo compagno di disavventure, è costretto a fare una rapina in un prestigioso, per risolvere i debiti di famiglia.

Alla fine Gennaro e l'amico Ferdinando scoprono che il proprietario dell'abitazione è Diego Armando Maradona e non sanno come scusarsi con il loro idolo.

Le stagioni indimenticabili nel Napoli Calcio

I napoletani non potranno mai dimenticare lo straordinario scudetto ottenuto nella stagione 1986-1987. Quella formazione era guidata dall'allenatore Ottavio Bianchi. L'arrivo di Maradona fu accolto da ottantamila tifosi. Nella sua presentazione ufficiale il Pibe De Oro disse che voleva diventare l'idolo dei ragazzi poveri di Napoli. Con il Napoli Maradona, oltre ai due scudetti, ha vinto la Coppa Italia nella stagione 1986-1987, la Coppa Uefa nella stagione 1988-1989 e la Supercoppa Italiana nella stagione 1990-1991. Un altro evento indimenticabile riguarda il fatto che nella stagione 1986-1987 Maradona e i suoi compagni riuscirono a battere la Juventus nel suo vecchio stadio, dopo trentadue anni. 

Parliamo di un giocatore che, nella sua carriera, ha superato qualsiasi record ed è considerato il calciatore più forte di tutti i tempi.

I migliori video del giorno

Il legame con la città di Napoli è indissolubile ed infatti l'affetto dei napoletani durante i suoi ritorni ne è la prova più chiara.