Gianna Nannini per la prima volta senza filtri, così la cantante ha incontrato i fan a Milano, com'è da tradizione prima della fine dell'anno, dova ha presentato la sua discussa biografia, si è raccontata e ha cantato a squarciagola con tutti coloro che la seguono da anni come artista e come donna.

Gianna Nannini racconta di aver passato un periodo difficilissimo che ha superato grazie alla Musica e al suo pubblico, mentre sul libro autobiografico pubblicato da Mondadori dice:"Sono flashback di un momento difficile mentale", infatti la cantante decide di condividere con questa opera tanti episodi drammatici della sua carriera, come quello da cui ha inizio il racconto.

Era il 1983, l'anno in cui scrisse 'Fotoromanza', quando si ritrovò all'improvviso in un baratro, alla ricerca disperata di sé e dei frammenti della sua personalità come un viaggio all'inferno da cui ha fatto ritorno piano piano.

Gianna Nannini presenta la biografia edita da Mondadori dove si mette per la prima volta a nudo

Parlando con i fan, Gianna Nannini ha parlato anche della figlia Penelope con un filo di commozione, infatti ha raccontato che ha iniziato da poco a suonare il violino perché sta sempre in mezzo a musicisti, mentre il suo agente David Zard ha annunciato che molto presto inizierà il suo tour europeo che porterà la muscia italiana nel mondo in un modo molto particolare. Sul finale, la cantante ha svelato una sua predilezione per i teatri e la loro magia ricordando il suo ultimo concerto a l'Arena di Verona sotto la pioggia dove le note e i suoni della natura si sono fusi un qualcosa di unico che ricorderà per sempre.

I migliori video del giorno

La cantante inizierà un tour in giro per l'Europa

Tornando al libro edito da Mondadori possiamo dire che la cantante ha deciso di mettersi a nudo per dare un messaggio importante di rinascita, visto che lei è stata in grado di riprendere in mano la sua vita per mantenere la sua indipendenza artistica, difendendola dalle pretese delle case discografiche dell'epoca che volevano stravolgere la sua musica per renderla più commerciale.