Le parole proferite qualche giorno fa dal conduttore de 'I Fatti Vostri' ha offeso tutti i meridionali, in particolare chi vive a Casignana, piccolo centro in provincia di Reggio Calabria. Lo scivolone sgradevole del noto conduttore è avvenuto durante la celebre telefonata. In sostanza, il presentatore chiama una persona a casa e, in caso di risposta, questa vince 2000 euro.

Comune di Casignana sul piede di guerra

Magalli, l'altro giorno, aveva chiamato un cittadino di Casignana. Dopo diversi squilli andati a vuoto però, con un po' di stizza, il conduttore ha detto: 'Se poi voi andate in giro a scippare le vecchie è colpa vostra'.

Pubblicità

Un velo di silenzio è sceso in studio. Nessuno avrebbe mai immaginato che Magalli, conduttore esperto e con molti anni di tv alle spalle, potesse proferire parole così becere e razziste. Non solo. Il conduttore ha aggiunto che a quell'ora, generalmente, chi vive in tale paese si dedica ad attività criminali. Parole pesantissime quelle di Giancarlo Magalli, che ha fatto indignare anche, e soprattutto, il Comune di Casignana.

Lesa la dignità dei casignanesi

Un comunicato diffuso dall'amministrazione casignanese sottolinea innanzitutto che l'atteggiamento di Magalli è assolutamente 'inaccettabile' poiché ha denigrato ingiustificatamente tutti gli abitanti di Casignana, che non sono assolutamente criminali o collegati ad attività delittuose.

Nel comunicato viene altresì precisato che a Casignana vige la pace, la serenità e l'ordine: ogni abitante lascia la porta di casa aperta perché sa di vivere in un centro sicuro.

L'amministrazione di Casignana ha chiesto le scuse sia di Magalli che della rai e si riserva di adire le vie legali per difendere la reputazione del Comune calabrese e dei suoi abitanti. Il presentatore romano, infatti, ha descritto i casignanesi come persone dedite a 'scippare vecchie' e 'commettere attività criminali'.

Pubblicità

La telefonata de 'I Fatti Vostri' è venuta nuovamente alla ribalta. Tempo fa Magalli chiamò Anna, una donna morta da tempo. Il conduttore, in tale occasione, disse: 'Mi dispiace'. Il momento della telefonata, insomma, sta diventando sempre più 'pericoloso' per il presentatore 69enne.