Ieri lunedì 16 gennaio è andata in onda la terza puntata de I Bastardi di Pizzofalcone, la fiction di Rai Uno che sta ottenendo un ottimo successo di pubblico, avvicinando i 7 milioni di telespettatori nella prima e seconda puntata. L'episodio di ieri ha avuto come protagonista la povera Teresa, una donne delle pulizie di un condominio della città di Napoli, brutalmente assassinata. Ad indagare sull'omicidio, come sempre, il Commissariato. Chi è stato ad ucciderla?

Le inchieste di Lojacono

Il commissario Lojacono è stato l'assoluto protagonista della terza puntata del 16 gennaio della fiction I Bastardi di Pizzofalcone.

Il personaggio interpretato dall'attore Alessandro Gassman ha dovuto compiere numerose indagini prima di arrivare finalmente alla verità riguardante l'omicidio di Teresa. I primi ad essere interrogati sono stati Giacomo Scognamiglio e Fabio Vassallo. Entrambi gravitavano intorno alla ragazza. Il primo infatti provava dei forti sentimenti nei suoi confronti, il secondo invece aveva di recente avuto una relazione con lei.

Terminate le indagini, ecco arrivare il clamoroso colpo di scena. A confessar l'omicidio di Teresa è la moglie di Fabio Vassallo, poiché gelosa del rapporto che i due avevano avuto nel recente passato. La donna, in ogni caso, nega di averla soffocata. Ulteriore sorpresa in quello che appare un giallo senza fine.

Chi è l'assassino? A fare luce sulla vicenda un dettaglio non trascurabile, il gesso ritrovato sulla camicia di Teresa.

Lojacono associa il gesso al lavoro che la ragazza svolgeva. Teresa era l'aiutante di Vincenzo Marino, l'uomo che realizza fantastiche statuette. Proprio lui era stato tra i primi ad essere interrogati dal commissario, che era rimasto assolutamente sorpreso dalla maestria dell'uomo.

Il signor Marino aveva lanciato, già allora, un segnale sinistro, comunicando la morte della cugina, anche lei raffigurata attraverso una statuetta del presepe. L'uomo dunque aveva già ucciso in passato. Il motivo? Era stato rifiutato dalle sue vittime.

Dove vedere la replica

Il video è disponibile sul sito Rai Play all'indirizzo raiplay.it oppure da smartphone e tablet scaricando l'app omonima gratuitamente, disponibile sui dispositivi con sistema operativo Android o iOS.