E' una delle donne più amate del piccolo schermo, presentatrice televisiva ed attrice ad "A tu per tu" Patrizia Rossetti.

- Hai esordito nel 1981 a Domenica In ed hai condotto il Festival di Sanremo nel 1982 con Claudio Cecchetto. Che ricordi hai di quegli esordi?

Sono passati parecchi anni ma i ricordi sono molto nitidi, l'emozione di quel palco, la fifa nera, ma devo essere onesta ero più emozionata quando sono tornata sul palco dell'Ariston a fare teatro che quando ho condotto Sanremo. Forse perché ero abbastanza giovane ed incosciente per capire quello che mi stava succedendo.

Ho un bellissimo ricordo di Claudio che mi ha accettato a braccia aperte e mi ha affidato metà scaletta e mi ha aiutata parecchio soprattutto quando c'erano gli ospiti stranieri.

- Presentare agli inizi della carriera il Festival non è stato un passo azzardato?

Ti dico la verità, certo dopo 10 anni che facevo questo mestiere l'avrei sicuramente presentato con molta più esperienza e professionalità però devo essere onesta, io devo tutto al Festival di Sanremo.

- Hai presentato MISS ITALIA nel 1982 (che andò in onda su Canale 5). Com'era quella manifestazione?

Ricordo quell'esperienza con molto affetto. Con me c'era Memo Remigi e quell'anno vinse Federica Moro.

Sono stati 3 giorni meravigliosi! Forse pochi sanno che nel 1978 anch'io partecipai a Miss Italia perché ero diventata Miss Toscana. Ho un ricordo bellissimo del grande Mirigliani ed ho sempre visto una grande organizzazione ed una grande serietà e tutela delle ragazze.

- Hai recitato pure in una telenovela (La donna del mistero, nel ruolo di suor sorriso...) e nella dottoressa Gio'. come andarono quelle esperienze e rifaresti una fiction adesso?

Certo che sì. La donna del mistero l'ho fatta in Argentina in lingua originale. Il mio ruolo era di un Italo-Argentina che si era trasferita come suora.

Invece ero molto emozionata a girare "La dottoressa Giò", mi sono messa in un angolino a studiare il copione anche se naturalmente l'avevo già fatto prima. Molti dicevano: ecco adesso arriva la Rossetti, la signora di Rete 4, è la raccomandata di turno.

Siccome ho fatto un provino regolare, addirittura ci ho messo un anno prima di avere l'approvazione per questa parte, anche il regista pensava fossi la raccomandata di turno ed invece ho fatto il provino molto bene tanto che lo stesso regista ha deciso di dedicare una puntata interamente al mio personaggio.

- Per 15 anni eri in video dalle 9 :30 del mattino alle 19 della sera.... ( Buona giornata su rete 4). Registravate tutto o eravate in diretta?

Abbiamo cominciato registrando e poi abbiamo ufficializzato con gli ospiti internazionali la diretta.

-Dal 2001 il pubblico ti ha cominciato pure ad apprezzare a teatro. Come è stato il passaggio dalla tv al teatro?

Sai siamo sempre visti un po' strani perché il personaggio televisivo che arriva a teatro porta sempre dubbi e diffidenze. Molte persone venivano a teatro perché vedevano associato il mio nome a grandi dello spettacolo e poi al termine venivano a congratularsi in camerino.

- Hai lavorato con i più grandi della televisione, primo fra tutti Pippo Baudo; che ricordo hai di Pippo?

Pippo ricordo mi fece una sfuriata, la ricordo ancora ma mi ha insegnato tanto. Quando lui passò a Rete 4 presentò "Un milione al secondo" e mi scelse come inviata. Una volta sono andata in una discoteca a registrare l'esterna e non essendo abituata al casino che c'era tendevo ad alzare la voce e chiaramente in registrazione si sentiva parecchio.

Quando ho portato il filmato a Pippo mi ricordo che mi disse subito: "Tu lo sai a cosa serve il microfono?". Io risposo di si e lui: "Allora perché urlavi cosi tanto?

- I fans ti acclamano e chiedono da anni il tuo ritorno su rete 4; ora che le telenovelas sono ritornate in auge, con "Il Segreto", pensi ci sia questa possibilità?

La televisione è cambiata molto.

Io quando ho cominciato a vedere che andava in onda "Il Segreto" ho provato a proporre un contenitore sia per Rete 4 che per La 5 ma dall'altra parte nessuna risposta.

- Progetti futuri?

Ho un progetto per i miei allievi di conduzione tv ma potrò dire qualcosa tra qualche settimana: si parla sempre di telepromozioni. Se posso far lavorare loro sono contenta perché mi piacerebbe dare spazio ai giovani perché di giovani bravi ce ne sono, la dimostrazione è Daniele Bossari che è andato al Grande fratello Vip, è una persona che mi piace molto, ha fatto anche delle cose carine però poi dopo non si è più visto.

- una curiosità: i prodotti che reclamizzi (materasso, pentole ecc), li usi realmente?

Si li uso ma soprattutto prima di tutto li provo e ti dirò che mi è capitato nel corso degli anni di rifiutare anche dei clienti perché non ero convinta del prodotto.

Il grande MIke Bongiorno mi ha sempre insegnato: prova prima il prodotto.

Segui la nostra pagina Facebook!