Ieri sera è andata in onda la prima puntata della quindicesima edizione del grande fratello nip 2018. Dopo mesi di corteggiamenti, Mediaset è riuscita a convincere Barbara D'Urso a diventare nuovamente la conduttrice di questo reality dopo ben dodici anni. Quest'ultima, al suo fianco, ha richiesto la presenza di Cristiano Malgioglio e Simona Izzo che sono i due opinionisti ufficiali. I concorrenti sono tutti entrati nella casa tranne Aida che, dopo uno spettacolo interminabile fuori dalla porta rossa, è stata allontanata dal Castigatore ed entrerà a far parte del cast la settimana prossima. In nomination questa settimana troviamo Filippo e Valerio, mentre il primo eliminato è stato Simone.

Cosa succederà martedì prossimo durante la seconda diretta? Un gieffino è stato preso di mira dal web, scopriamo insieme chi è e cosa ha fatto per esser riuscito ad indignare il pubblico.

Il web in fiamme

Dopo la messa in onda della prima puntata, i telespettatori hanno cercato i profili social ufficiali dei concorrenti del Grande Fratello. Danilo è subito entrato nel mirino del gossip per alcune sue frasi contro gli omosessuali, in particolare su Facebook dove ha scritto addirittura che gli facevano schifo.

"Gli strani sono loro, mica noi", ha scritto il ragazzo senza peli sulla lingua, il quale se l'era presa anche con un gruppo di nigeriani nel suo quartiere invitandoli a tornare da dove sono venuti. Gli utenti non hanno perdonato questi scivoloni di Danilo ed hanno ammesso [VIDEO]di non provare alcuna simpatia verso di lui, addirittura hanno iniziato a disprezzarlo.

Cosa ne penserà Barbara D'Urso di queste frasi? Verranno presi dei provvedimenti nei confronti del gieffino oppure no? Danilo verrà squalificato?

Chi è Danilo

Danilo Aquino, 31enne romano e residente nel quartiere di Tor Bella Monica, è stato il primo concorrente ufficiale che ha varcato la porta rossa del Grande Fratello Nip. Nella vita è un tecnico riparatore di elettrodomestici ed ha un passato da calciatore. Come tutti i ragazzi, Danilo è appassionato di calcio e lo praticava da ben 25 anni. Sembra che il ragazzo abbia cambiato diverse squadre a causa dei suoi comportamenti scorretti nei confronti dei mister. “Non vorrei sembrare presuntuoso, ma ne vedo pochi di attaccanti come me in Promozione. Per la categoria credo di essere uno che fa la differenza e i numeri lo dimostrano”, aveva commentato Aquino.