Nadia Toffa non ha mai smesso di sorridere, di trovare la forza per combattere il cancro che l'ha colpita, e del quale sembra quasi essersi liberata. La strada è ancora lunga [VIDEO] però, e costellata di cure che rendono la sua vita difficoltosa. Il suo coraggio e la sua grinta vogliono essere comunque d'esempio per chi come lei sta combattendo una battaglia, e lo fa alla luce del sole, senza nascondersi dalle conseguenze che chemioterapia e radioterapia hanno apportato al suo fisico.

La foto su Instagram

Con un turbante azzurro sulla testa e la mamma accanto, seduta sul sedile dell'automobile, Nadia Toffa è radiosa, ed esprime la sua gioia con le parole "Che bello stare insieme".

Perché se è vero che Nadia è una guerriera, vicino a sé ha chi la sostiene, e se a farlo è soprattutto una mamma, l'aiuto è straordinario. Avevamo temuto per lei quando l'8 di aprile non aveva partecipato alla puntata serale de Le Iene, [VIDEO] e come sempre aveva usato i social per avvertire i suoi fan del motivo della sua assenza. Le cure avevano reso impossibile la sua presenza, era troppo stanca per mostrare la parte più bella di sé, il suo volto radioso, la sua simpatia. Non ha comunque smentito le aspettative la nostra Nadia, che la domenica seguente era di nuovo al timone della trasmissione di Italia1, con i suoi colleghi.

Sul palco con Jovanotti

Nadia Toffa si è presentata addirittura con Nicola Savino al concerto di Bologna di Jovanotti, per dedicare un servizio ai suoi telespettatori che riguardasse il cantante.

Jovanotti, quando Nadia è salita sul palco, con la sola chitarra e occhi negli occhi, le ha dedicato il suo pezzo "Bella", come incoraggiamento affinché non perda la forza di lottare contro la malattia. E' stato un momento molto emozionante per i fan del cantante e della Toffa, e per i diretti protagonisti. Nadia ha ringraziato il cantante postando la loro foto su Facebook, parafrasando la canzone di Jovanotti "Sono una ragazza fortunata". Il pubblico che la segue attende con ansia che la giovane conduttrice si ristabilisca e che possa mettere fine al suo calvario, che comunque affronta con la spensieratezza, non smettendo di farci credere che tutto può cambiare, risolversi, continuare, pensando positivamente al futuro, e godendo del presente dando il massimo di sé, anche quando farlo diventa più pesante, ed anche la presenza delle persone care fanno da stampella nel forte bisogno.