Il racconto della vita del beagle Guy, come la favola della sua proprietaria Meghan, è degno della più romantica pellicola hollywoodiana. Il cane attendeva l’eutanasia in canile dopo aver subito un abbandono. L’incontro con l’ex attrice gli ha cambiato l'esistenza: ora sale in macchina con la regina Elisabetta e fa parte della famiglia reale.

La storia del cane Guy e l'incontro con Meghan Markle

Guy fu abbandonato nel Kentucky nel 2015 e, catturato in un bosco in cui vagava solitario e spaurito, fu portato in un canile, dove era in attesa dell’eutanasia visto che nessuno aveva voluto adottarlo.

Il destino volle che il suo caso fu reso noto a Dolores Doherty, che gestisce l’associazione per la salvaguardia dei cani “A Dog's Dream Rescue”. L’associazione si attivò per portare Guy in Canada nella speranza di trovargli una nuova famiglia. I volontari aderirono all’iniziativa, organizzando una staffetta umana che trasportò il cagnolino per ben 800 km.

Meghan si trovava a Toronto per girare la serie televisiva “Suits”. Come sempre, era accompagnata dall’adorato Bogart, un incrocio con un pastore tedesco e un meticcio.

L’ex attrice era alla ricerca di un nuovo compagno a quattro zampe che potesse far compagnia a Bogart. Pensava di prendere un cane di dimensioni maggiori, ma quando ha incrociato i grandi occhi tristi di Guy è stato amore a prima vista, come ha dichiarato lei stessa.

Il giorno dopo il piccolo trovatello era già a casa di Meghan, dov’è rimasto per circa tre anni, prima di spostarsi in Gran Bretagna con la proprietaria.

La nuova vita di Guy a Kensington Palace

Lo scorso novembre, in seguito al fidanzamento di Meghan col principe Harry, anche il piccolo Guy ha dovuto affrontare il viaggio verso la Gran Bretagna e sostenere il periodo di quarantena previsto per legge.

Meno fortunato è stato Bogart: essendo troppo anziano per affrontare uno spostamento così provante, è stato affidato ad una famiglia di amici della sua ex proprietaria.

Guy, a detta del principe Harry, non ha faticato a farsi accettare dagli altri cani presenti a palazzo. La regina Elisabetta nutre, infatti, una grande passione per i cani e possiede diversi corgi.

Essendo morto ad aprile Willow, ultimo corgi di stirpe reale presente al castello, Elisabetta pare abbia trovato consolazione al suo dolore anche grazie al dolce beagle: diverse foto li hanno immortalati in automobile insieme.

Dunque, una vita da fiaba quella di Guy che da randagio si è visto spalancare le porte del cuore della famiglia reale e ne è entrato a far parte. Non dimentichiamo, però, che per un cane amato anche una stamberga diventa più magica di qualsiasi palazzo. Nella semplicità sta la magia dell’amore dei nostri adorati quattro zampe.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!