Il 12 settembre ha preso il via la tredicesima edizione di X Factor, il noto talent-show che in questi anni ha contribuito a lanciare diversi artisti nel panorama musicale italiano. In questa stagione il programma si presenta in una veste profondamente rinnovata, a partire dalla giuria che, a parte la confermatissima Mara Maionchi, ha in Sfera Ebbasta, Malika Ayane e Samuel dei veri e proprio esordienti in questo ruolo.

X Factor: i giudici si presentano

La prima puntata di X Factor 13, trasmessa il 12 settembre, si è aperta con il conduttore Alessandro Cattelan (alla guida del programma per il nono anno consecutivo) che ha presentato al pubblico in sala e a casa i quattro giudici: tranne Mara Maionchi - acclamatissima dalla platea - quest'anno ci sono ben tre new-entry in giuria.

Prima di dare ufficialmente il via alle audizioni, ogni giudice ha parlato di sé, raccontando i suoi esordi e il proprio stato d'animo alla vigilia di quest'esperienza totalmente nuova.

Samuel, voce e frontman dei Subsonica, dopo aver parlato dei suoi inizi ai Murazzi del Po, ha spiegato cosa cerca negli artisti che finiranno nella sua squadra. Fin da subito si è dimostrato molto attento ad ogni dettaglio ed esibizione, prediligendo i cantautori e i musicisti, e mostrandosi piuttosto clemente nel dare dei pareri sui vari concorrenti che sono approdati sul palco del Pala Alpitour di Torino.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
X Factor

Malika Ayane, sempre molto sobria e raffinata, è apparsa emozionata dietro le quinte e ha chiesto consigli a Mara Maionchi su come affrontare quest'avventura. Sin dalle prime performance, la cantautrice si è mostrata decisa e autorevole: spesso ha bacchettato gli artisti troppo sicuri di sé, accusando anche qualcuno di aver rovinato canzoni eterne con interpretazioni a dir poco squallide (come nel caso di un brano di David Bowie interpretato da un concorrente).

Non si è lasciata condizionare dal pubblico in studio e ha prediletto soprattutto gli artisti introspettivi, delicati e raffinati nell'interpretazione, mettendo da parte l'esteriorità.

In ultimo Sfera Ebbasta: il trapper milanese ha svelato il suo lato tenero, non ha avuto alcuna difficoltà nel raccontare del proprio vissuto, e anche quando un concorrente si è cimentato nel suo brano "Cupido" gli ha fatto i complimenti senza prendersi troppo sul serio, eccedendo forse in gentilezze e complimenti.

X Factor 13, i primi artisti che volano ai Bootcamp

La prima puntata ha regalato qualche esibizione indimenticabile sia in positivo che in negativo, e al contempo ha donato forti emozioni agli spettatori.

La novità nel regolamento di quest'anno consiste in un ampliamento dei poteri dei giudici, le cui preferenze hanno un'incidenza nettamente maggiore rispetto al passato: i talenti che ricevono quattro sì alle audizioni volano direttamente ai Bootcamp che si terranno il 10 ottobre, saltando così l'ulteriore step che prevede la decisione individuale del giudice del singolo team.

A conquistare direttamente l'accesso ai Bootcamp sono stati diversi concorrenti, ognuno con una propria identità e personalità: Enrico Di Lauro, artista di strada, ha conquistato tutti con il suo arrangiamento alla chitarra di "Thinking out Loud" di Ed Sheeran, e soprattutto con la sua genuinità e semplicità che ha lasciato trasparire una certa bontà d'animo ed un grande amore per la musica; Maryam, per metà marocchina, ha "spaccato" (come ha detto Sfera Ebbasta) con l'interpretazione di "Gioventù Bruciata" di Mahmood; Salvatore Medica, un giovane 17 enne spigliato all'apparenza ma con una voce che cela una profonda malinconia.

Tra i promossi a pieni voti ci sono stati anche il duo Seawards che ha rappresentato un "riposo per le orecchie" secondo il giudizio di Malika Ayane; Sofia, in arte Kimono, ha incantato con il suo inedito scritto all'età di 14 anni. Il gruppo dei Booda, nonostante la giovane età, ha dimostrato di possedere una certa esplosività. Infine Eugenio Campagna, in arte Comete, è riuscito a convincere giudici e pubblico con la sua interpretazione di "Yellow" dei Coldplay.

Non sono mancati i momenti esilaranti, come quello che ha visto protagonista Valentina Mazza, la quale ha ballato e interpretato un suo brano divenuto virale sul web. La ragazza, spigliata e prorompente, ha regalato un momento di spensieratezza al programma, ma purtroppo non è stato abbastanza per i giudici.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto