Nella serata di martedì 1° ottobre, il debutto della prima puntata della nuova stagione delle Le Iene ha visto sfilare 100 colleghi di Nadia Toffa, riuniti per questa grande occasione. La conduttrice Alessia Marcuzzi molto provata e con una voce rotta ha raccontato gli ultimi momenti di Nadia. Nella puntata, si vede come sfondo una grande immagine della amata iena, che come una cornice abbraccia tutti. Le parole usate dalla conduttrice sono molte, ma una rispecchia su di tutte: il "sorriso" che Nadia aveva sempre, anche nei momenti più bui, e loda la persona umile che era e di come sia riuscita non solo a nascondere il suo dolore a tutti, ma anche come dopo la sua tragica morte, sia riuscita ad riunire persone che dopo anni si erano allontanate.

Nel discorso che tiene la Marcuzzi, sentiamo una rivelazione: Nadia voleva far sapere a che ha sofferto, ma nonostante tutto ha cercato di lottare per vivere quei pochi giorni che gli rimanevano nel migliore dei modi, continuando il suo amato lavoro. La presentatrice conclude il discorso ringraziando il pubblico che ha dato forza a Nadia per continuare le sue inchieste che l'hanno portata a non arrendersi, i colleghi i quali sono stati un modello da seguire e infine ringrazia la stessa Nadia per essere stata per tutti un esempio di vita.

Nel corso della puntata appare una video intervista inedita lasciata dall'amata Iena

La trasmissione continua con un video inedito di Nadia, volutamente lasciato come un ricordo.

In questa "intervista" Nadia racconta di voler dare un saluto a tutte quelle persone che ama e che riconosce come amiche: tra i nomi rispecchia anche quello di Berlusconi, che ormai - nel lontano 2 dicembre 2017 - aiutò la cara Nadia, fecendole partire l'elicottero da Trieste per trasportarla al San Raffaele, per il malore avuto nella hall del hotel Victoria.

Ovviamente cita la madre Margherita, e menziona il fatto di quanto lei sia più preoccupata per la mamma che per se stessa. Tra le persone che nomina ci sono le amiche del liceo, la sua migliore amica e molti altri che gli sono stati vicino nella malattia. Infine parla della nipotina Alice, e di quanto gli assomigli e la ami con tutto il cuore.

Il collega, che è stato chiamato da lei per eseguire l'intervista, chiede come mai desidera riprendere tutti gli incontri, e Nadia gli risponde: "Perché potrò rivedermi, loro potranno rivedersi se vorranno. E' come congelare un istante, una fotografia in movimento che ritrae tutte le persone importanti per me". Il messaggio che lascia è forte, vuole onorare e santificare la vita, ricordando a tutti che l'importante non è quanto si vive ma come la si vive.

Segui la pagina Le Iene
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!