Ormai siamo agli sgoccioli. Tra pochissimi giorni su Canale 5 verrà trasmessa la puntata finale della fiction di successo Rosy Abate 2. Mentre i fan non vedono l’ora di sapere se l’ex regina di Palermo e Leonardo riusciranno finalmente a formare una famiglia felice, l’attore che interpreta proprio il ruolo del figlio di Rosy ha svelato un clamoroso retroscena. Si tratta di Vittorio Magazzù che ha rilasciato una lunga intervista su Fanpage. Il protagonista assoluto della seconda stagione, tra i tanti aneddoti svelati, ha fatto capire che il suo ruolo non è stato per niente facile. In particolare durante una scena della prima puntata, dopo aver passeggiato con Nina su un pontile e fumato tante sigarette, il giovane palermitano ha perso i sensi sul set durante "una corsa velocissima".

Queste sono state le parole pronunciate dall’interprete di Leo: “Mentre correvo non sentivo il mio corpo, sono praticamente svenuto”.

Vittorio Magazzù parla del primo provino fatto insieme a Giulia Michelini

Nel corso della seconda stagione dello spin off di Squadra Antimafia i telespettatori hanno trovato un Leonardo diverso, cioè un adolescente interpretato dall’attore Vittorio Magazzù. Quest’ultimo, in un'intervista rilasciata di recente a Fanpage, ha avuto modo di parlare sia della sua carriera e di svelare qualche aneddoto sul personaggio che ha interpretato. Il giovane attore, dopo aver ricordato di aver recitato in famose fiction come ‘Don Matteo’ e ‘La Vita promessa’, si è soffermato sulla sua esperienza nel ruolo di Leonardo Abate.

Vittorio ha svelato che il sul figlio dell’ex mafiosa di Palermo non doveva essere siciliano, ma romano poiché in realtà a crescerlo è stata Regina. Nonostante ciò, il ragazzo come ha avuto modo di vedere il pubblico ha seguito le orme della madre biologica Rosy. L’attore, originario di Palermo, ha anche dichiarato di non aver mai visto la Serie TV Squadra Antimafia, ma ha precisato di aver dovuto guardare qualche parte insieme alla prima stagione di Rosy Abate per capire in quale atmosfera si sarebbe catapultato.

Vittorio ha riferito che è stata un’esperienza bellissima fare il suo primo provino al fianco di Giulia Michelini: "Sin da subito si è mostrata molto disponibile".

L’interprete di Leonardo ha avuto un mancamento sul set

Il giovane attore ha precisato che la prima scena girata con la trentaquattrenne attrice è stata quella dell’interrogatorio andata in onda nell’episodio iniziale.

Vittorio riguardo al suo primo approccio con l’interprete della regina di Palermo ha anche svelato che entrambi si sono commossi. L’attore ventiduenne in un certo senso si è rivisto in Leonardo ed, in particolare, nella sua fragilità infantile: "Sono cresciuto con mia madre, avevo 7 anni quando ho conosciuto mio padre". Inoltre l’interprete del figlio di Rosy ha affermato di non essere riuscito a trattenere le lacrime durante una scena in cui Giulia Michelini si trovava davanti a lui inerme. Soffermandosi a parlare di nuovo della prima puntata della fiction, Vittorio ha precisato che, dopo aver fumato circa 20 sigarette, ha avuto un mancamento e che si è ripreso soltanto dopo essere rimasto mezz’ora in camerino.

Infine sulla stesura di una probabile terza stagione incentrata soltanto su di Leo, visto che Giulia Michelini pare aver detto addio alla regina di Palermo, l’attore siciliano ha affermato che reputerebbe questo proseguo una mancanza di rispetto nei confronti della collega e degli spettatori.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!