Manca circa un mese al tradizionale Festival di Sanremo che si terrà da martedì 4 a sabato 8 febbraio 2020 (ovviamente al consueto teatro Ariston della cittadina ligure) ma si è già accesa una forte polemica su Amadeus, il prossimo conduttore del Festival (che ha già vinto la 'gara' di ascolti con l'appuntamento di Capodanno di Rai 1 contro l'evento su Canale 5 condotto da Federica Panicucci). Il conduttore non ha, però, avuto tempo per festeggiare perchè si è scatenata su di lui una forte ondata di critiche a causa di un'intervista che ha rilasciato al quotidiano 'La Repubblica' durante la quale ha svelato gli attesissimi 22 nomi dei big che calcheranno il palco dell'Ariston a febbraio.

Scoppia il caso e interviene la commissione di vigilanza RAI, giornalisti indignati

Il gesto di Amadeus ha fatto scoppiare una rivolta da parte dei giornalisti delle altre testate che avevano già da giorni i nomi annunciati dal conduttore ma non li hanno divulgati per rispetto e aspettando l'ufficialità che sarebbe arrivata con la conferenza stampa di inizio Festival. La reazione è stata, quindi, violentissima ed il caso è arrivato anche in Commissione di Vigilanza Rai, sollevato dal deputato di Fratelli d'Italia Federico Mollicone.

Il politico ha etichettato il comportamento di Amadeus come scorretto ed ha detto che la condotta è lesiva degli interessi dell'azienda. Mollicone ha, poi, annunciato che verrà presentato un quesito in merito in commissione di Vigilanza Rai per chiedere chiarezza visto che il conduttore del prossimo Festival ha stipulato un contratto con l'azienda del servizio pubblico radiotelevisivo.

Oltre alla reazione 'istituzionale' e da parte politica vi è anche quella, molto più violenta, di chi ha visto il proprio lavoro sgretolarsi per una notizia così importante data in anteprima ad una sola testata.

Le parole più crude arrivano da Michele Monina, redattore de 'L'inkiesta', che ha scritto su Twitter che la lista era già nota agli 'addetti ai lavori' da tanti giorni ma il rispetto per il lavoro altrui ha imposto a tutti il silenzio in merito. "Se è questo che vuoi, Amadeus, guerra sia" ha comunicato Monina tramite il suo account del celebre social network.

Resta un mistero il motivo di un comportamento così inusuale da parte del nuovo conduttore ma, secondo quanto riferito da 'Tv blog', l'intento di Amadeus sarebbe stato quello di anticipare l'uscita del comunicato stampa di Alfonso Signorini contenente i nomi ufficiali dei cantanti in gara.

Le polemiche non sono, quindi, destinare a terminare a breve e ci accompagneranno, probabilmente, fino all'atteso inizio del Festival quando i 22 cantanti saliranno sull'ambito palco.

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!