Il teaser trailer di Stranger Things 4 rilasciato da Netflix ha confermato quello che moltissimi fan in tutto il mondo si aspettavano. Il sospetto che Jim Hopper non fosse morto si era fatto strada nella mente degli spettatori già in autunno, quando il dubbio aveva lasciato il posto alle teorie e ai rumor. Il breve filmato ha messo a tacere tutti, confermando ufficialmente il ritorno di David Harbour nei panni dello sceriffo di Hawkins, apparentemente morto alla fine della terza stagione.

Mesi fa gli autori della serie, sull'account twitter @strangerwriters, hanno dato vita all'originale iniziativa 'Video Store Fridays'.

Ogni settimana gli scrittori pubblicano una lista di 5 titoli di film che servono a fornire indizi sulla trama della quarta stagione. Considerato che nel video di Stranger Things 4 rilasciato dalla piattaforma si vede Hopper prigioniero in un campo di lavoro russo, non stupisce che nell'ultimo elenco pubblicato ci siano titoli come Papillon (1973) e La grande fuga (1963).

Gli autori di Stranger Things continuano con gli indizi sulla stagione 4: nell'ultima lista del VSF il tema comune è l'evasione

Gli autori di Stranger Things il 14 febbraio hanno pubblicato una lista di cinque pellicole a cui si sono ispirati per scrivere la stagione 4 e che danno agli appassionati fan della serie indizi sulla possibile trama. L'iniziativa 'Video Store Fridays' ha preso avvio in autunno e l'ultimo elenco è stato definito come una 'special edition'.

I titoli pubblicati non hanno sorpreso i fan poichè la tematica che fa da filo conduttore ai cinque film è coerente con ciò che è stato mostrato al pubblico nel teaser rilasciato da Netflix. I titoli sono i seguenti:

- I Am a Fugitive from a Chain Gang (Io sono un evaso)

- Papillon

- The Great Escape (La grande fuga)

- Stalag 17

- The Shawshank Redemption (Le ali della libertà)

Leggendo la lista si può individuare un elemento in comune: l'evasione da una prigione.

In accordo con le immagini del video che mostrano Hopper imprigionato dai russi e condannato ai lavori forzati, è lecito ipotizzare che lo sceriffo riesca dunque a fuggire dalla prigione.

Lo spoiler che Hopper è vivo in Stranger Things 4 è una strategia di marketing?

Sin dal finale della terza stagione l'argomento di discussione, le teorie e le ipotesi dei fan sono state sempre concentrate sulla presenza o meno del personaggio di Hopper nella 4ª stagione di Stranger Things, morto apparentemente nell'ultimo episodio. Ricordiamo che in quel frangente lo sceriffo si sacrificò rimanendo coinvolto nell'esplosione del macchinario costruito dai russi per aprire una breccia nel Sottosopra.

Svelare già da ora, ad inizio riprese, che il personaggio è ancora vivo potrebbe essere una strategia di marketing, permettendo a Netflix e alla produzione di promuovere misteri ancor più importanti. In pratica, rassicurare gli spettatori che lo sceriffo non è morto potrebbe servire a spostare l'attenzione su questioni che riguardano anche gli altri personaggi di Stranger Things 4.

Segui la nostra pagina Facebook!