Bella da Morire, la nuova fiction di Rai 1 con Cristiana Capotondi, prosegue con il secondo appuntamento il 22 marzo. Secondo la trama della puntata di questa sera, le indagini di Eva e Marco sembreranno arrivare a una svolta. Si scoprirà che l'orario del decesso di Gioia è precedente rispetto a quanto si pensava e ci saranno forti sospetti su Graziano, il suo agente. Inoltre, Rachele rivelerà ad Eva una verità molto dolorosa del suo passato: suo figlio è nato da una violenza.

Nella trama della seconda puntata di Bella da Morire, Graziano sarà arrestato

Le anticipazioni della seconda puntata di Bella Da Morire raccontano che, domenica 22 marzo, Eva e Marco saranno nel pieno delle indagini sulla morte di Gioia. Ad essere interrogato dagli inquirenti sarà Graziano Silvetti, agente della vittima e suo ex amante che però sembrerà avere un alibi inattaccabile. Successivamente, incrociando delle analisi con alcune medicine che Gioia assumeva, si scoprirà che l'orario della morte della ragazza è precedente a quanto si era pensato fino ad allora.

A quel punto, l'alibi di Silvetti comincerà a vacillare ed Eva metterà sotto torchio la donna delle pulizie che lavorava per l'uomo.

Grazie ai metodi dell'ispettrice di Polizia, la donna interrogata crollerà e darà una testimonianza che porterà all'arresto di Graziano Silvetti.

La rivelazione di Rachele

Le anticipazioni di Bella da Morire del 22 marzo rivelano che, nella seconda puntata, Eva si dividerà come sempre tra i problemi lavorativi e la sua situazione familiare.

Il compleanno del piccolo Matteo si avvicinerà e Sergio penserà di comprargli un regalo. Rachele impedirà a suo padre di vedere il bambino, ma, quando arriverà il giorno della festa, Sergio sarà l'unico a presentarsi. Il piccolo Matteo sarà conquistato da questo gesto.

Tra Eva e Rachele proseguirà il rapporto conflittuale dovuto allo stile un po' fuori dalle righe che la sorella dell'Ispettrice adotta per vivere.

In seguito a un incidente stradale che avrebbe potuto mettere a rischio la vita di Matteo, Eva rimprovererà sua sorella. Nel corso del litigio, Rachele rivelerà all'ispettrice che il bambino è stato concepito dopo una violenza.

La nuova miniserie televisiva di Rai 1, Bella da Morire, racconta delle indagini sulla morte di Gioia, una delle ragazze più belle del paese. A portare avanti il lavoro investigativo sarà Eva, interpretata da Cristiana Capotondi, una giovane ispettrice tornata da poco al suo paese. La protagonista dovrà affrontare anche le difficoltà quotidiane della sua famiglia composta da sua sorella Rachele, il nipotino Matteo e suo padre Sergio.

Oltre a Cristiana Capotondi, nel cast sono presenti Lucrezia Lante Della Rovere e Giulia Arena.

Segui la nostra pagina Facebook!